Sport

Antonio Cassano: “Dybala come Messi? Semmai Montella. Verona? Quando una non ti attizza più…”

Antonio Cassano: "Dybala come Messi? Semmai Montella. Verona? Quando una non ti attizza più..."

Antonio Cassano: “Dybala come Messi? Semmai Montella. Verona? Quando una non ti attizza più…”

ROMA – Antonio Cassano: “Dybala come Messi? Semmai Montella. Verona? Quando una non ti attizza più…”. Inutile chiedersi se Cassano stia ancora aspettando una squadra o sulla sua carriera ci abbia messo una pietra sopra, intanto però continua a imperversare nei programmi sportivi con le sue pillole di improbabile saggezza.

“Scudetto all’Inter, troppo forte Spalletti”. A Tiki Taka su Italia Uno si è detto sicuro che il campionato quest’anno lo vincerà la squadra per cui tifa, l’Inter: “Lo scudetto lo vincerà l’Inter perché ha Spalletti in panchina che è troppo forte, riesce a stimolare i propri giocatori al massimo. Quando ci siamo incrociati a Roma io avevo già problemi con la società, abbiamo passato pochi giorni insieme perché poi sono andato al Real Madrid. Mi ha fatto giocare qualche partita, ma devo dire che mi sarebbe piaciuto essere allenato da lui. Io sono particolare, lui anche, non so se saremmo andati d’accordo”.

“Dybala come Messi? Semmai somiglia a Montella”. Forse ha un conto in sospeso con Dybala (8 gol nelle prime 4 partite), in ogni caso non manca occasione per ribadire che con Messi non c’entra nulla. “Messi per me è il calciatore più grande della storia, mentre Dybala è un ottimo calciatore. L’unico che si può avvicinare a Messi è Cristiano Ronaldo. E’ impossibile paragonare qualcosa di inarrivabile con un grande giocatore. Semmai Dybala somiglia molto a Montella: è forte, furbo e fa tanti goal, ma Messi è un’altra cosa”.

“Verona, quando una donna non ti attizza più…”. Torna poi Cassano a parlare del matrimonio non consumato con il Verona: “Il problema è che quando Cassano sceglie di fare qualcosa diventa matto oppure è depresso. Con il Verona non è scattata la scintilla, se frequenti una donna e non ti attizza… la lasci. Ho deciso di andarmene rinunciando anche a un bel po’ di soldini e non tutti lo fanno. Perché dovevo rimanere in una situazione che non mi va a genio?”.

To Top