Sport

Antonio Cassano: “Fra due mesi torno. Pogba e Balotelli sopravvalutati”

Antonio Cassano: "Fra due mesi torno. Pogba e Balotelli sopravvalutati"

Antonio Cassano: “Fra due mesi torno. Pogba e Balotelli sopravvalutati”

ROMA – Antonio Cassano: “Fra due mesi torno. Pogba e Balotelli sopravvalutati”. Autoesclusosi dalle competizioni per quest’anno, separato in casa a Genova dalla sua Sampdoria, Fantantonio medita e annuncia il clamoroso ritorno. E mentre suggerisce alla Gazzetta dello Sport la sua formazione ideale di campioni, con Antonio Cassano titolarissimo davanti beninteso, lancia qualche frecciata per ridimensionare qualche fuoriclasse mediatico forse un po’ sopravvalutato.

Intanto: Cassano chiede di aspettare due mesi, il tempo di smaltire 4/5 chili di troppo, e poi assisteremo al prodigioso ritorno del suo talento. Al servizio di chi è difficile pronosticare. Lui butta lì un interesse particolare per il Verona (“25mila tifosi allo stadio ogni domenica”) che sta lottando per tornare in serie A, oppure l’Entella, la sorpresa di Chiavari che non dovesse farcela già quest’anno Cassano aiuterebbe volentieri anche in serie B. Poi Udinese, Sassuolo… ma chissà quanto sono d’accordo.

A proposito di campioni, per lui c’è sempre e solo Lionel Messi (fra l’altro il nome di uno dei suoi figli). Fra i sopravvalutati, soprattutto per le cifre astronomiche che li riguardano, ci sono l’amico Balotelli e Pogba – che devono ringraziare le arti del loro agente Mino Raiola – e il colombiano James Rodriguez che al Real passa più tempo in panchina e a litigare con Zidane che a giocare.

San raffaele

Quindi la sua formazione ideale, roba per palati fini. Allenatore il suo ex pigmalione Cesare Prandelli, uno dei pochi a saperlo prendere e con il quale è arrivato secondo all’Europeo del 2012. In porta Buffon, in difesa Nesta e Sergio Ramos, affiancati sugli esterni dal duo brasiliano Cafù e Roberto Carlos. In mezzo al campo un quadrilatero di piedi sopraffini con Pirlo, Guti, Zidane e Totti. In attacco, insieme a lui, Ronaldo, quello vero, l’ex Fenomeno.

To Top