Blitz quotidiano
powered by aruba

Arsenal – Barcellona, streaming e diretta tv: dove vedere

ROMA – Arsenal – Barcellona, streaming-diretta tv: dove vedere. La partita, valida per l’andata degli ottavi di finale della Champions League, verrà trasmessa in diretta tv esclusiva in Italia da Mediaset Premium alle ore 20.45.

La gara verrà trasmessa anche in diretta streaming, ma solo per gli abbonati Premium, attraverso l’applicazione PremiumPlay che permette di vedere la partita su pc, cellulari smartphone e tablet.

Se le altre balbettano e sono costrette a prendersi qualche pausa, Barca e Bayern, le armate piu’ agguerrite d’Europa, continuano a spadroneggiare e si presentano spavalde all’appuntamento con la Champions, che completa il programma degli ottavi d’andata.

Per l’ondivago Arsenal di Wenger si annunciano tempi cupi: arriva il Barca di Luis Enrique che fa percorso netto su tutti i palcoscenici: ottava vittoria di fila, in rimonta, in casa del Las Palmas. Quando si appisola Messi ecco Suarez trascinare i blaugrana, 25 gol in 24 partite. L’Arsenal viene da un pigro pari con l’Hull in Fa Cup (competizione che domina da due anni) e sara’ costretta a rigiocare per qualificarsi.

Ma la mente era gia’ alla sfida ingrata agli Emirates: l’Arsenal e’ stato gia’ eliminato due volte dagli spagnoli e ci vorra’ un miracolo per evitare il terzo ko visto che i blaugrana non perdono un colpo: in Liga hanno portato a 8 punti il vantaggio sul l’Atletico e 9 sul Real. A suonare la carica ci provera’ l’ex Alexis Sanchez, che pero’ non e’ in grande forma.

Piu’ incerta l’altra grande sfida tra Juve e Bayern. La Juve sembra sul punto di tirare un po’ il fiato dopo la strabiliante serie di 15 vittorie consecutive ma la qualificazione se la giochera’ quasi alla pari. Il Bayern vince e ha un gioco consolidato ma l’addio annunciato di Guardiola qualche scoria l’ha lasciata.

I bavaresi sono i soli ad avere battuto i bianconeri in casa negli ultimi tre anni (nella stagione d’oro che li ha portati a vincere la Champions superando il Dortmund) e per la Juve gli unici due ko interni europei sono stati proprio con loro in una striscia di 45 partite dal 2005. E Mandzukic, che li conosce bene, vuole farsi rimpiangere dalla sua ex squadra.

Meno ricco il programma di mercoledi': il traballante Manchester City di Pellegrini, che lascera’ la panchina a Guardiola, ha fatto una figuraccia in Fa Cup col Chelsea pur senza cinque titolari e ora giochera’ in casa della Dinamo Kiev, il cui campionato deve ancora riprendere. A fermare gli inglesi ci provera’ il 41/enne portiere Shovkovskiy, nel club da quando aveva otto anni.

Nell’altro incontro l’Atletico gioca in casa del Psv e appare favorito anche se ha vinto solo due delle ultime sette gare. Compito delicato per le tre italiane impegnate giovedi’ nei 16/i di ritorno di Europa League. A rischiare di meno sembra la Lazio dopo l’1-1 in casa di una squadra in crisi come il Galatasaray.

Ma anche i biancazzurri non brillano tanto e’ vero che hanno vinto solo due delle ultime otto gare. Ci vorra’ un Napoli in piena condizione per rimontare lo 0-1 subito in casa di una squadra rognosa e quadrata come il Villarreal, ma l’impresa sembra alla portata dei partenopei.

Molto piu’ complicato il compito della Fiorentina, peraltro in ottima condizione, che dovra’ vincere o pareggiare 0-0 in trasferta per superare il turno a spese di una formazione abile e collaudata come il Tottenham.

Negli altri incontri solo Siviglia e Valencia sono sicure della qualificazione, mentre il Porto deve rimontare due gol al Dortmund e il Manchester United deve vincere 1-0 o con due gol di scarto col Midtjylland.

Immagine 1 di 5
  • Messi nella foto AnsaMessi nella foto Ansa
  • Messi nella foto Ansa
  • Messi nella foto Ansa
  • Messi nella foto Ansa
Immagine 1 di 5