Atalanta

Atalanta, Pesic: “Il 9 di Inzaghi ma mi ispiro a Ibra”

Atalanta, Pesic: "Il 9 di Inzaghi ma mi ispiro a Ibra"

Atalanta, Pesic: “Il 9 di Inzaghi ma mi ispiro a Ibra”
(foto archivio Ansa)

ZINGONIA (BERGAMO) – Il responsabile dell’area tecnica Giovanni Sartori ha presentato gli ultimi due colpi (in prestito) del calciomercato dell’Atalanta, ufficializzati il 31 agosto, il giorno della chiusura della sessione estiva: “Abbiamo pensato a Etrit Berisha perché, nella nostra storia recente, ci sono sempre stati tre portieri di grande livello e la concorrenza stimolerà Sportiello. Aleksandr Pesic è un attaccante soprattutto centrale, un Thereau meno tecnico. Ha l’occasione per il salto di qualità”.

Il portiere della Nazionale albanese vuole ritagliarsi qualche chance: “Le gerarchie sono chiare, poi sarà il campo a decidere. Ho parlato con Sartori e Gasperini, l’Atalanta è la scelta giusta – afferma il 27enne di Pristina -. Alla Lazio aspettavo sempre il mio momento, ma non ho mai potuto giocare con continuità. Ritrovo Konko, lui e il mio compagno di nazionale Berat Djimsiti (finito in prestito all’Avellino), mi hanno parlato bene della società”.

2x1000 PD

Quanto al 24enne serbo Pesic, due titoli moldavi con lo Sheriff Tiraspol (2012 e 2013), arrivato dal Tolosa con un bottino di 55 reti in carriera (3 con la Nazionale Under 21), le dichiarazioni sono già piuttosto impegnative: “In Italia il calcio è molto più tattico, in Francia più aperto. Un giocatore che mi è sempre piaciuto e al quale mi ispiro è Ibrahimovic – chiosa -. Ho scelto il n. 9 perché era libero: ho saputo che l’ha portato Inzaghi, spero di fare bene come lui. Davanti a me ci sono grandi giocatori come Paloschi e Pinilla, so che il tecnico schiera una sola punta, ma posso giocare anche a due”.

To Top