Atalanta

YOUTUBE Ultrà Atalanta, sniffata di cocaina collettiva prima della partita

Ultrà Atalanta, sniffata di cocaina collettiva prima della partita

Ultrà Atalanta, sniffata di cocaina collettiva prima della partita

BERGAMO – Sniffate collettive prima di Atalanta-Bergamo. Nelle immagini della Polizia di Stato rilanciate dall’Agenzia Vista, si vede lo spaccio e il consumo di droga prima di Atalanta-Inter del 16 gennaio del 2016. A seguito del match, tra le due tifoserie scoppiarono degli incidenti.

Nel video si vedono diverse persone che assumono droga. Secondo gli investigatori, almeno tre partite sono state precedute da questo “rito” collettivo. I tifosi bergamaschi pensavano di assaltare i rivali prima del fischio di inizio e per questo motivo avevano deciso di ritrovarsi nei bagni di un bar di un distributore di benzina che si trova a pochi passi dallo stadio. Gli inquirenti hanno spiegato che alcuni ultras, prima di assistere agli incontri, acquistavano e assumevano droga regolarmente. Come in questo caso, dopo l’assunzione si incappucciavano e agivano.

Proprio oggi 7 marzo, sono stati decise 11 custodie cautelari in carcere, 7 arresti domiciliari, 3 obblighi di dimora e 5 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria. Numerosi ultras nerazzurri sono accusati di traffico e spaccio di droga, estorsione, rapina e resistenza a pubblico ufficiale. Tra loro è coinvolto anche il figlio del procuratore capo di Brescia Tommaso Buonanno. Francesco Buonanno ha avuto la misura cautelare dell’obbligo di firma disposta dal gip. Il figlio del magistrato dovrà presentarsi il sabato e la domenica in questura a Bergamo per firmare. In mattinata le forze dell’ordine hanno effettuato una perquisizione a casa del figlio del magistrato.

To Top