Blitz quotidiano
powered by aruba

Andrea Camplone in ospedale: Bari, ricoverato in Cardiologia

Andrea Camplone in ospedale: l'allenatore del Bari è stato ricoverato in Cardiologia. Non avrebbe preso delle medicine per il cuore.

BARI – Andrea Camplone in ospedale. L’allenatore del Bari è stato ricoverato al Policlinico del capoluogo pugliese subito dopo l’allenamento del 17 febbraio 2016. Il tecnico abruzzese ha avuto un malore ed è stato portato nel reparto di Cardiologia. Non si sa se Camplone sarà regolarmente in panchina venerdì 19 per l’anticipo di Serie B allo Stadio San Nicola che verrà opposti i biancorossi e il Latina.

Scrive il Centro:

Sulle sue condizioni vige il più stretto riserbo, ma sembra che il tecnico sia coscente e sia ricoverato sotto osservazione. Alla base del malore ci sarebbe un dolore toracico, forse da attribuire ad una dimenticanza dello stesso allenatore nell’assumere alcune pillole per il cuore, necessarie dopo che negli scorsi anni gli erano stati applicati degli Stent.

Su Repubblica Bari Enzo Tamborra aveva analizzato le differenze del Bari di Camplone rispetto alla squadra del suo predecessore, Davide Nicola:

Come dire che non quasi più traccia della squadra di Nicola, a conferma che Paparesta non fosse affatto soddisfatto di scelte e filosofia di gioco del tecnico piemontese, a dispetto del discreto bottino di 35 punti nel girone di andata. E per quanto Camplone sia in ritardo di tre punti rispetto al predecessore, il presidente e con lui i tifosi hanno gradito il cambio di manico. Il nuovo Bari, oltre che per modo di giocare, ha cambiato protagonisti. Il mercato ha spazzato via Sabelli e Porcari, un infortunio ha messo fuori causa Contini, Gemiti è fuori per scelta tecnica, così come il difensore Rada e il centrocampista Gentsoglou. Camplone e Nicola sono d’accordo solo sulla linea offensiva, dove Rosina, Maniero e De Luca restano in pole position, anche se il nuovo tecnico ha provato a dare più spazio a Boateng.

Il rimescolamento delle carte ha rilanciato anche chi con Nicola era rimasto troppo a lungo nell’ombre, come nel caso del difensore Tonucci, che con Camplone ha tolto il posto a Rada. “Durante il mercato di gennaio ho avuto richieste da altri club anche esteri, ma quando ho saputo che avremmo cambiato il tecnico, ho deciso di restare”, è la sua premessa. “Se fosse rimasto Nicola, probabilmente sarei andato via. Io mi sono sempre allenato con impegno e dedizione, ma lui ha preferito altri a me. Certo, ho avuto un infortunio al ginocchio che mi ha tenuto a lungo fuori, ma quando la squadra ha avuto una flessione mi aspettavo più spazio e non l’ho avuto”. Con Camplone ha giocato due gare di fila da titolare. E anche contro il Latina è difficile che il tecnico rinunci al suo apporto. Sugli errori difensivi costati al Bari punti pesanti, Tonucci non ha nascosto il suo punto di vista.


TAG: ,