Blitz quotidiano
powered by aruba

Bari: Datò Noordin proprietario malese, 50% da Paparesta

BARI – Datò Noordin Ahmad, un imprenditore malese è il nuovo proprietario del 50% delle quote sociali del Bari: oggi, durante il consiglio di amministrazione del club, il presidente Gianluca Paparesta “ha informato tutti i componenti che lo scorso 8 aprile, a titolo personale in qualità di socio titolare del 95% del pacchetto azionario, ha sottoscritto un accordo preliminare per la cessione del 50% delle proprie azioni all’imprenditore malese Mr.Datò Dr.Noordin Ahmad”.

Paparesta e il nuovo socio illustreranno con una conferenza stampa nei prossimi giorni i dettagli dell’operazione nella quale sono stati coinvolti l’advisor del socio di maggioranza, Banca Popolare di Bari, il nuovo acquirente e l’avvocato Grazia Iannarelli, per quanto di loro competenza. “Il Cda, alla luce di questa informazione, riprenderà l’esame del bilancio semestrale nei prossimi giorni”, è scritto nella nota consegnata ai giornalisti.

Antonino Palumbo su Repubblica Bari aggiunge:

Il benvenuto anticipato alla nuova proprietà era già arrivato sabato scorso, durante la partita del San Nicola fra il Bari e il Cesena: in tribuna Est era stata esposta una bandiera della Malesia, mentre in curva Nord gli ultrà avevano esposto uno striscione di benvenuto in malese. Datò Ahmad Noordin, imprenditore vicino alle istituzioni governative della Malesia, dovrebbe rilevare una quota fra il 51 e il 55 per cento.

Il passaggio di proprietà sarebbe stato favorito da Claudio Lotito in occasione della firma di un gemellaggio fra la Lazio e la Malesia lo scorso gennaio. A Datò, che aveva manifestato l’intenzione di rilevare il club biancoceleste, Lotito avrebbe promesso aiuto per l’acquisto di un club italiano da acquistare, favorendo l’incontro con Paparesta. Adesso la telenovela, peraltro breve, è giunta alla puntata decisiva e nelle prossime ore sarà svelata con maggiori dettagli. Per il Bari, che insegue la qualificazione ai playoff della serie B e il ritorno in A, potrebbe essere una svolta storica.