Bayern Monaco

Jupp Heynckes: “Bayern Monaco, mi ha convinto il mio cane”

Jupp Heynckes: "Bayern Monaco, mi ha convinto il mio cane"

Jupp Heynckes: “Bayern Monaco, mi ha convinto il mio cane”
ANSA

MONACO DI BAVIERA –  “È stata la mia famiglia a convincermi, compreso il cane”. Hanno strappato sorrisi, in conferenza stampa, le parole del nuovo tecnico del Bayern Monaco, Jupp Heynckes, presentato oggi dal club che gli ha affidato la sua panchina per la quarta volta.

“Non è stato facile – ha ammesso il 72enne successore di Carlo Ancelotti – Poi, mia moglie e mia figlia hanno detto che avrei dovuto accettare. E quando anche il cane ha abbaiato due volte, allora non ho più avuto dubbi”.

Sarà tuttavia difficile, per l’esperto allenatore, ripetere i fasti del 2013, quando guidò i bavaresi alla conquista di Champions League, Bundesliga e Coppa di Germania, poiché l’attuale squadra che rileva è in chiara difficoltà e, ad esempio, in campionato è indietro di cinque punti rispetto al Borussia Dortmund capolista. Ma Heynckes ha accettato la sfida.

“Ho ben chiaro quello che devo fare – ha spiegato – Dovrò sedermi davanti ai giocatori e parlare con loro per reinfondergli fiducia e senso di gruppo. Ho già un piano in testa. Questo, adesso, è ciò che più conta, più di ogni altro obiettivo sul campo, che non ha senso porci oggi”.

“Nonostante il momento, ho fiducia che la squadra mostrerà presto un altro volto”, ha concluso il tecnico non facendo mancare un tributo ad Ancelotti, definito “un allenatore molto bravo”, nonché “un vero gentleman” che “merita tutto il mio rispetto”.

To Top