Blitz quotidiano
powered by aruba

Bordeaux-Milan, dove vedere l’amichevole

Bordeaux-Milan, dove vedere l'amichevole

MILANO – Bordeaux-Milan è la prima amichevole estiva (questo il calendario completo delle amichevoli 2016) della nuova stagione milanista targata Vincenzo Montella. Bordeaux-Milan si giocherà sabato 16 luglio alle ore 20. Ancora non è stata data alcuna info ufficiale su dove la partita verrà trasmessa, ma, con ogni probabilità, l’incontro verrà trasmesso in diretta su Mediaset Premium Sport.

“Mihajlovic diceva che al Milan sarebbe servito un esorcista? Eccomi”, risponde Vincenzo Montella a mo’ di battuta durante la conferenza stampa di presentazione. Il neo allenatore ha idee chiare e non nasconde ciò che desidera dal gruppo. Ma prima parte da quello che lui vuole dare al suo nuovo club: “Ho una grande responsabilità: trasmettere energia prima a me stesso e poi alla squadra. Dobbiamo tornare in Europa. E’ inaccettabile che il Milan sia fuori da tre anni. Lo dico soprattutto per i tifosi”, e ancora: “I risultati non si ottengono con una componente sola. Noi dovremo andare avanti con il nostro metodo di gioco, che è più importante del modulo. Perché i moduli sono variabili. Si deve lavorare sui principi di gioco. Abbiamo la responsabilità di fare bene e ottenere risultati”. E ancora: “Il mio compito è dare indicazioni sui giocatori, poi sceglie la società e magari ne compra di migliori. Comunque la mia prima responsabilità è valutare chi c’è per capire anche la voglia di lavorare che ha ognuno e le motivazioni. C’è fretta, ma voglio conoscere da vicino tutti i giocatori. Per cui ci vorrà un po’ di tempo”. Continua Montella: “Il mio compito è dare indicazioni sui giocatori, poi sceglie la società e magari ne compra di migliori. Comunque la mia prima responsabilNon ho chiamato Borja Valero, è un pettegolezzo che non risponde al vero. Però è uno che mi piace e mi è sempre piaciuto. Bacca non l’ho ancora visto, ma è un calciatore completo e di livello internazionale. Niang mi piace, vorrei conoscerlo e capirlo. Per me potrebbe fare di piùità è valutare chi c’è per capire anche la voglia di lavorare che ha ognuno e le motivazioni. C’è fretta, ma voglio conoscere da vicino tutti i giocatori. Per cui ci vorrà un po’ di tempo”.