Cagliari

Ultras Sconvolts: “I cori li facciamo noi”, picchiato tifoso a Cagliari

Ultras Sconvolts: "I cori li facciamo noi", picchiato tifoso a Cagliari

Ultras Sconvolts: “I cori li facciamo noi”, picchiato tifoso a Cagliari (Ansa)

CAGLIARI – Non solo aggressioni a tifosi avversari, ma alcuni appartenenti agli Sconvolts, gli ultras del Cagliari, avrebbero pestato anche gli stessi cagliaritani.

Lo riferisce l’Ansa che trova la conferma nei due Daspo, della durata di otto anni, emessi oggi dal questore Pierluigi d’Angelo: destinatari un 33enne e un 44enne, entrambi noti alle forze dell’ordine.

San raffaele

I due, con l’aiuto di altre persone non ancora identificate, durante la partita Cagliari-Pescara del 30 aprile hanno aggredito un tifoso del Cagliari non appartenente agli Sconvolts, gruppo che da tre settimane diserta la Curva Nord per protestare contro l’obbligo di acquistare la tessera del tifoso disposto dalla società rossoblù su indicazione della Perfettura, a seguito degli scontri avvenuti a Sassari.

Le indagini, condotte dagli agenti della Digos, sono partite proprio durante il match. I poliziotti hanno notato uno spettatore che fuggiva all’interno del Sant’Elia, inseguito da un gruppo di ultras.

Lo hanno subito bloccato, cercando di capire cosa stesse accadendo. Poco prima uno dei due destinatari del Daspo, insieme ad altri giovani, lo aveva raggiunto mentre si trovava in Curva nord. Dopo un’accesa discussione nel corso, erano arrivate altre 4-5 persone che, circondato il malcapitato, lo avevano colpito con calci e pugni.

Dagli accertamenti successivi è emerso che all’origine della lite e delle botte ci sarebbe stata una precedente intimidazione avvenuta durante la partita Cagliari-Chievo del 15 aprile, messa in atto da alcuni ultrà nei confronti di altri tifosi rossoblù, minacciati pesantemente e invitati a non intonare cori perché prerogativa solo degli Sconvolts.

Uno dei due ultras indagati era già destinatario di un Daspo per gli incidenti avvenuti durante la partita Cagliari-Juventus del 12 gennaio del 2014.

To Top