Blitz quotidiano
powered by aruba

Calcio e fisco: ecco che cosa rischiano società e tesserati

Indagati in 64 tra calciatori, dirigenti e procuratori. Guardia di Finanza nelle sedi dei club.

NAPOLI – È di 12 milioni di euro l’ammontare complessivo dei sequestri operati in queste ore dalla Guardia di Finanza su delega della procura di Napoli nei confronti di dirigenti e calciatori di serie A e B e di alcuni procuratori calcistici.

Eduardo Chiacchio, avvocato esperto di diritto sportivo, è stato intervistato dalla redazione di Marte Sport Live per un parere sui rischi che corrono le società coinvolte nella “Operazione Fuorigioco”, scattata stamattina, 26 gennaio.

“Credo che le indagini termineranno tra vari mesi, il campionato in corso sarà ampiamente finito. Non dovrebbero esserci penalizzazioni per il campionato in corso e credo nemmeno per i prossimi. I documenti andranno poi passati alla Procura Federale che dovrebbe riscontrare degli illeciti sportivi. Il doping amministrativo è connesso alle penalizzazioni solo per l’iscrizione ai campionati, non è da prendere in considerazione per questo caso. Credo ci sia invece un’infrazione nelle norme nei rapporti con gli agenti, che ha provocato anche delle violazioni delle vigenti norme fiscali”.

“Per questo tipo di violazione – continua Chiacchio -, comunque, non è mai stata punita alcuna società con punti di penalizzazione in classifica. Ci sono stati in passato tanti deferimenti per infrazioni nei rapporti con gli agenti. L’attività sanzionatoria in questi casi si determina in un’ammenda generalmente patteggiata dai soggetti riferiti, si può stare ultra-tranquilli dal punto di vista sportivo”.