Sport

Calcio inglese, maxi-retata per evasione fiscale. Perquisita sede West Ham, arrestato ad Newcastle

Calcio inglese, maxi-retata per evasione fiscale. Perquisita sede West Ham, arrestato ad Newcastle

Calcio inglese, maxi-retata per evasione fiscale. Perquisita sede West Ham, arrestato ad Newcastle

ROMA – Calcio inglese, maxi-retata per evasione fiscale. Perquisita sede West Ham, arrestato ad Newcastle. Numerosi arresti, oltre 180 agenti in azione tra Inghilterra e Francia, le sedi dei club West Ham e Newcastle perquisite: il calcio inglese è travolto da un nuovo scandalo, il sospetto è una maxi-frode fiscale. L’operazione di polizia è cominciata all’alba di oggi, dopo settimane di indagini e ricerche. Gli inquirenti hanno sequestrato decine di pc, cellulari e registri per trovare prove e riscontri su una sistematica evasione delle tasse da parte di personaggi, per ora non meglio specificati, attivi nel mondo del calcio.

Le perquisizioni, atte al sequestro di documenti finanziari, computer e telefoni cellulari, sono state accompagnate anche dall’arresto di «diversi uomini che lavorano all’interno dell’industria del calcio professionistico per una sospetta frode sull’imposta sul reddito e sull’assicurazione nazionale». Tra gli arrestati c’è anche Lee Charnley, l’amministratore delegato del Newcastle. L’indagine, però, non finisce qui: ci sono anche altri club di Premier League, per il momento, nel mirino degli investigatori. (Matteo De Santis, La Stampa)

To Top