Sport

Calciomercato Napoli, Insigne: procuratore “spaventa” tifosi

Calciomercato Napoli, Insigne piace a mezza Europa (foto Ansa)

Calciomercato Napoli, Insigne piace a mezza Europa (foto Ansa)

NAPOLI – Calciomercato Napoli, il procuratore di Lorenzo Insigne “spaventa” i tifosi e fa sapere che sul calciatore ci sono le attenzioni di importanti club europei.

“Ci sono tre club tra le 10 società più importanti d’Europa su Insigne, li abbiamo incontrati e alcuni vogliono altri incontri, ma Insigne non vuole nemmeno sapere i nomi di questi club perchè è concentrato solo sul Napoli. Si tratta solo di sondaggi anche perché credo che Insigne continui col Napoli a giugno£. Uno dei procuratori di Lorenzo Insigne, Fabio Andreotti fa il punto sul rinnovo del contratto dell’ attaccante con il Napoli a microfoni di Radio CRC e svela l’interesse di importanti club europei (si tratterebbe di Barcellona, Bayern e Manchester United, ndr) nei confronti del calciatore.

“Al momento – dice Andreotti – l’argomento rinnovo Insigne non sarà trattato, ne riparleremo dopo il 15 maggio quindi alla fine del campionato, incontreremo il Napoli per capire se l’esperienza di Insigne continuerà in azzurro o altrove. La volontà del club e quello del calciatore è quello di trovare un accordo e continuare insieme, ma nel calcio termini assoluti non esistono”. “Vorremmo – aggiunge il procuratore – che la società mettesse in piedi un progetto importante affinché Insigne diventi il Totti di Napoli”.

San raffaele

Quanto ai rapporti del calciatore con il Ct della Nazionale, Antonio Conte, Andreotti spiega: “Non c’è stato nessun contatto, Lorenzo è sereno e sono convinto lo sia anche Conte. C’è stato solo un malinteso, tutto si risolverà con un banale chiarimento. Da parte di Insigne c’è stata una chiarezza unica. Si è allenato con la Nazionale poi il problema al ginocchio è stato evidente e in maniera serena hanno scelto di far tornare il calciatore a casa e col Napoli fece un solo allenamento prima della partita con la Fiorentina in cui ha giocato solo 58 minuti, mai ha giocato così poco in una partita”.

To Top