Blitz quotidiano
powered by aruba

Calciomercato Palermo, Schelotto: ecco perchè non può…

PALERMO – Calciomercato, Schelotto non può andare in panchina perchè non è tesserato. La domenica andrà in panchina Giovanni Tedesco.

“Dato il protrarsi dei tempi di regolare tesseramento federale per Guillermo Barros Schelotto quale prima guida del Palermo, il club rosanero è lieto di comunicare il rientro in società di Giovanni Tedesco, che ha dato la sua disponibilità a occupare il posto ufficiale di allenatore essendo munito di regolare certificazione, il tutto sino all’ottenimento del tesseramento per Schelotto”. Così il Palermo annuncia, in una nota, l’arrivo in panchina di Giovanni Tedesco, ex calciatore rosanero. “Il presidente Maurizio Zamparini – prosegue il comunicato – dà il bentornato a Giovanni nella sua famiglia rosanero e lo ringrazia per la sua disponibilità nell’interesse della società. Il Presidente ringrazia altresì i collaboratori Fabio Viviani e Giovanni Bosi per l’aiuto prestato”.

Dopo il 4-1 contro l’Udinese, in conferenza stampa a rappresentare il Palermo si è presentato  Manuel Gerolin, il direttore sportivo. Con Schelotto non ancora tesserato, è il ds a rispondere alle domande dei giornalisti.

“Abbiamo fatto una buona partita, – ha spiegato – la differenza tra domenica scorsa e oggi si è vista, anche nel modulo più offensivo. Il 4-3-3 lo avevamo già adottato in passato, soprattutto in casa e sapendo le difficoltà dell’Udinese, che sta attraversando un periodo poco positivo, è andata bene. Senza dubbio l’impronta di Schelotto si è vista”. Gerolin ha parlato anche del rinnovo di Sorrentino.

“Noi abbiamo fatto un’offerta a novembre, sono passati due mesi ma penso che siamo vicini al rinnovo – ha detto – Penso che alla chiusura del mercato decideremo”. La prima settimana del tecnico argentino è servita a conoscere meglio i giocatori.

“Schelotto ha tastato le qualità tecniche di questo gruppo – ha sottolineato Gerolin – che sono altissime: i ragazzi hanno sempre superato tutti gli ostacoli, questa è una dimostrazione del fatto che il gruppo è forte. Quando le squadre sono serene si esprimono al meglio, ci sono tante facce nuove che si devono adattare: bisogna avere un attimo di pazienza”.

Immagine 1 di 4
  • Maurizio Zamparini (foto Ansa)Calciomercato, Maurizio Zamparini (foto Ansa)
  • Calciomercato, Zamparini nella foto LaPresse
  • Calciomercato, Zamparini nella foto LaPresse
  • Calciomercato, Zamparini (LaPresse)
Immagine 1 di 4

TAG: ,