Blitz quotidiano
powered by aruba

Carlos Alberto Torres, è morto il capitano del Brasile degli anni ’70

SAN PAOLO – Carlos Alberto Torres, idolo del Santos e capitano della Selecao brasiliana che in finale sconfisse l’Italia ai Mondiali di Messico ’70, è morto a 72 anni.

Difensore di fascia, Carlos Alberto Torres aveva debuttato nel Fluminense, per poi passare al Santos di Pelè, al Flamengo e ai Cosmos di New York. Carlos Alberto segnò il gol del definitivo 4-1 contro l’Italia nella finale allo stadio Azteca, che permise al Brasile di aggiudicarsi definitivamente la Coppa Rimet. Nel 2004, era stato inserito dall’ex compagno di squadra Pelè nel ‘Fifa 100′, la speciale classifica dei cento più grandi calciatori viventi secondo ‘O Rei.

Lasciato il calcio giocato, Carlos Alberto Torres ha allenato il Flamengo, il Fluminense, il Corinthians e il Botafogo in Brasile, ma ha guidato anche squadre in Messico e negli Stati Uniti. E’ stato anche un apprezzato opinionista televisivo.


TAG:

PER SAPERNE DI PIU'