Blitz quotidiano
powered by aruba

Casey Stoner: “Valentino Rossi costringa i suoi tifosi…”

ROMA – Valentino Rossi “avrebbe il potere di dire ai suoi tifosi di cambiare approccio, di non odiare ma rispettare gli altri piloti. La gente ha dimenticato ciò che è successo a Simoncelli. La realtà è che la MotoGP è intrattenimento non sport”. Parola di Casey Stoner.

Intervistato da Tutto Sport l’australiano, ed ex arcirivale del Dottore, ha invitato il fuoriclasse di Tavullia ad alzare la voce per ammonire gli eccessi dei tifosi più beceri: “Valentino è un incredibile atleta e showman, avrebbe il potere di fare qualcosa, di dire ai suoi tifosi di cambiare approccio, di non odiare ma gli rispettare gli altri piloti. Purtroppo questo nel paddock manca. Tutti vogliono la battaglia, l’uno contro l’altro, ma si dimenticano quanto la vita sia fragile. La gente ha dimenticato Marco Simoncelli, ha dimenticato che in gara si può morire”.

E ancora: “Nell’epoca dei social network tutto è difficile e fa comodo avere situazioni come queste. Purtroppo questo non è più sport: è intrattenimento. Noi piloti non siamo come gli attori. Siamo gente che fa spettacolo, ma con lo sport. Siamo sportivi e invece il contorno ci vuole intrattenitori. A me tutto questo mette tristezza”.