Blitz quotidiano
powered by aruba

Charlie Webster, inviata Sky Sport inglese a Rio 2016 in coma: ha la malaria

RIO DE JANEIRO – Il Brasile è un Paese tropicale dove il batterio trasmesso dalle zanzare, il virus Zika, è solo una delle possibili minacce alla salute. Ne sta sapendo qualcosa, suo malgrado, l’inviata al seguito della squadra olimpica britannica.

Giunta a Rio lo scorso 4 agosto, la 33enne Charlie Webster, inviata tv per Sky Sport, ha cominciato a stare male durante la cerimonia. Per questo è stata trasferita in ospedale e sottoposta a esami. Nel giro di pochi giorni, però, le sue condizioni si sono aggravate, i reni hanno smesso di funzionare correttamente e la donna è stata sottoposta a dialisi.

Poi, come riporta il tabloid inglese “The Sun”, è apparsa la febbre e una malessere generale che ha indotto i medici brasiliani a ricoverare la Webster in rianimazione e a porla in coma indotto. Ora lotta per la vita. Delle Olimpiadi non ha visto, ovviamente, nemmeno una gara. I medici sono ora giunti a una diagnosi: quella di una rarissima forma di malaria.