Sport

“Clasico” da record nel segno di Messi. Rivoluzione Real Madrid?

"Clasico" da record nel segno di Messi. Rivoluzione Real Madrid?

“Clasico” da record nel segno di Messi. Rivoluzione Real Madrid? (EFE/Juan Carlos Hidalgo)

MADRID (SPAGNA) – Un autentico spot del calcio. Questo è stato il ‘Clasico’ di ieri che in Italia ha stabilito il nuovo record di ascolti su Fox Sports e che, secondo calcoli della Bbc, ha avuto un’audience complessiva mondiale di mezzo miliardo di telespettatori.

 

Mai come questa volta gli assenti, anche quelli ‘virtuali’, hanno avuto torto, intanto si può dire che il re del calcio è tornato e questo dà ancora più valore all’impresa della Juventus, che ha eliminato il Barcellona dalla Champions.

Lionel Messi ha ammutolito il Santiago Bernabeu con un gol nei secondi finali del recupero dopo che aveva già perforato la difesa del Real segnando un gol fantastico, quello dell’1-1, mentre teneva in mano un fazzoletto intriso di sangue, uscitogli dalla bocca per la gomitata di Marcelo.

Dopo aver segnato la rete del 2-3 la Pulce si è tolto la maglia e l’ha mostrata, girata dalla parte del numero, al pubblico ‘merengue’, come a voler spiegare chi fosse il vero signore del pallone, e ancora di più in una serata in cui Cristiano Ronaldo ha fatto solo atto di presenza.

Adesso la Liga si è riaperta, Messi viene celebrato (“è un genio”) anche dai giornali della città rivale e si appresta a rinnovare il contratto con il club della sua vita, e Barca e Real sono appaiate in testa alla classifica.

La squadra di Zidane ha una partita in meno rispetto ai rivali, che però sono in vantaggio nei confronti diretti: come dire che tutto è ancora in ballo.

Ma nonostante questo, e nonostante il fatto che il Real abbia una doppia stracittadina di Champions da giocare, a Madrid già si parla di rivoluzione, quella che in estate avrebbe intenzione di fare il presidente Florentino Perez.

Via alcuni elementi che contesterebbero la leadership di Cristiano Ronaldo (ma un paio, tra i quali Kroos, resterebbero) e dentro forze nuove come il portiere De Gea, un difensore centrale di sicuro affidamento e nuovi talenti per il reparto avanzato.

Piace molto Paulo Dybala, per il quale il Real è pronto ad offrire alla Juve Morata, Izco e soldi.

La risposta da casa bianconera dovrebbe essere negativa, ma per la ‘Joya’ che ad alcuni ricorda Omar Sivori si farà avanti anche il Barcellona: il ‘Clasico’ si giocherà anche sul mercato.

To Top