Blitz quotidiano
powered by aruba

Cristian Zaccardo perde 1,3 milioni euro e chiede danni a…

ROMA – Cristian Zaccardo sarebbe il protagonista di una brutta storia extra calcistica. Il calciatore ,campione del mondo con la Nazionale Italiana nel 2006, avrebbe perso 1.3 milioni di euro a causa di un promotore infedele.

Questa vicenda è raccontata da  ilgazzettino.it in un articolo a firma di Lino Lava.

Con i milioni investiti dai calciatori la Proprestige doveva acquistare il lussuoso albergo “Schloss Hotel” nella regione austriaca della Carinzia. L’affare non andò in porto. La società, che aveva sede in via Martiri della Libertà, è stata fondata il 22 ottobre 2010. E il 10 ottobre 2013 i giudici del Tribunale civile di Padova hanno dichiarato il fallimento. Dove sono finiti i milioni di euro investiti dai calciatori Luca Toni, Cristian Zaccardo, Bosko Jankovic, Sebastian Frey, Alex Manninger e Igor Budan? Per i pubblico ministero Luisa Rossi gli amministratori della Proprestige, Fabio Viero e Antonio Barchesi, entrambi residenti in città, se li sono mangiati e chiede il rinvio a giudizio di entrambi per bancarotta fraudolenta aggravata…

Cristian Zaccardo (Formigine, 21 dicembre 1981) è un calciatore italiano, difensore del Carpi, di cui è capitano. È stato campione del mondo con la Nazionale italiana nel 2006. La sua biografia da Wikipedia.

Gioca per quasi un decennio nel vivaio del Bologna e dopo un periodo in prestito alla Spezia (Serie C1), i Felsinei lo promuovono in prima squadra nel 2001. Gioca tre stagioni da titolare, partecipa alla Coppa Intertoto 2002 e nel 2004 il Palermo paga € 680.000 più Nastase per il cartellino di Zaccardo: in Sicilia il difensore ha il tempo di debuttare anche in Coppa UEFA, vestendo i colori del Palermo per quattro anni da titolare. Nel 2008 è ingaggiato dal Wolfsburg, andando a giocare in Germania: al suo primo anno vince la Bundesliga, la prima nella storia del club bianco verde. Dopo un solo anno ritorna in Italia, al Parma e nel gennaio del 2013 si trasferisce al Milan, dove finisce presto in panchina. Gioca 17 partite segnando 1 gol in tre anni, pur facendo il suo esordio in Champions League. Nel 2015 si accorda con il Carpi, club neopromosso in Serie A.

Ha giocato con l’Under-16, l’Under-18, l’Under-20 e l’Under-21 della Nazionale italiana, vincendo il titolo europeo del 2004 in Germania. Con l’Under-20 aveva partecipato ai giochi del Mediterraneo 2001, raggiungendo la finale e perdendo 1-0 contro la Tunisia. Dal 2004 al 2007 gioca con la Nazionale maggiore, totalizzando 17 presenze e una rete. Gioca le qualificazioni al Mondiale tedesco del 2006 ed è convocato alla rassegna finale. Zaccardo è titolare il 12 giugno 2006, nella partita d’esordio contro il Ghana (2-0). Nella sfida contro gli USA (1-1) è autore di un autogol. Gioca anche contro l’Ucraina (3-0), ai quarti di finale: sarà la sua ultima partita nel torneo e alla fine l’Italia vincerà il Mondiale. Gioca altre due amichevoli dopo il Mondiale, poi, dal 2007 non è più convocato.

Immagine 1 di 2
  • Calciomercato Milan: preso Zaccardo, riscattato Costant. Acerbi ufficiale al GenoaZaccardo (LaPresse)
  • Zaccardo (LaPresse)
Immagine 1 di 2