Sport

Dagospia: “James Pallotta vende la Roma”. Lui replica: “Mai”

Dagospia: "James Pallotta vende la Roma". Lui replica: "Mai"

Dagospia: “James Pallotta vende la Roma”. Lui replica: “Mai”

ROMA – La squadra non va. I tifosi contestano e disertano. Il progetto stadio è fermo chissà in quale ufficio. E soprattutto: non si guadagna un euro. Insomma la Roma, per James Pallotta è un pessimo affare. E così racconta Dagospia James Pallotta dopo appena cinque anni si sarebbe deciso a mettere in vendita la Roma. Al quinto anno, quello in cui la proprietà americana aveva invece promesso successi. Quelli che oggi appaiono lontanissimi.

Pallotta, da Boston, si è premurato di smentire con una parola secca e chiara: “Mai”. E lo stesso Luciano Spalletti, da qualche giorno allenatore della Roma, ha raccontato di un presidente che gli ha aperto la porta di casa a Miami con indosso una maglia della Roma “un po’ troppo stretta”. Non esattamente il ritratto di uno che si vuole liberare di un pessimo affare. Eppure Dagospia appare convinta:

San raffaele

“So quanto siano pazzi i tifosi romanisti, ma sono preparato: voi non sapete quanto sono pazzo io”, dichiarò James Frank Pallotta Jr. il 15 aprile 2011 quando, insieme ad altri tre imprenditori statunitensi, Thomas DiBenedetto, Michael Ruane e Richard D’Amore, si comprò la Roma di Totti, all’epoca in mano a Unicredit.

Pazzo sì, ma non al punto di rimetterci quattrini. Da Boston giunge a Dagospia la notizia che Pallotta & soci hanno dato incarico a un loro rappresentante di vendere la squadra giallorossa. Il cambio di guardia sulla panchina – fuori Garcia, dentro Spalletti – è solo un tentativo di dare una ripitturata a una squadra messa sul mercato.

Pallotta e la Roma prendono il tutto molto sul serio e affidano addirittura una smentita all’agenzia Ansa che puntualmente diffonde e pubblica:

”Mai e poi mai ho pensato di vendere la Roma. Mai”. Così con una dichiarazione all’Ansa James Pallotta, presidente del club giallorosso, risponde dagli Stati Uniti alle indiscrezioni su una presunta volontà di cedere la società. Successivamente la Roma ha postato via twitter anche altre dichiarazioni del presidente Pallotta: “A proposito delle ridicole voci che starei per vendere il club – si legge – io non ho mai mai avuto colloqui per vendere la Roma”.

To Top