Blitz quotidiano
powered by aruba

Dalian Atkinson, ex giocatore Aston Villa ucciso da polizia con taser

BIRMINGHAM – L’ex calciatore inglese dell’Aston Villa, Dalian Atkinson, è morto per un arresto cardiaco dopo essere stato colpito da un taser dalla polizia. L’episodio è accaduto nella cittadina inglese di Telford, nella contea di Shropshire, vicino Birmingham, alle 2.30 della notte in Italia.

A seguito di una segnalazione, è intervenuta la polizia che ha colpito col taser l’uomo che 90 minuti dopo ha poi avuto un arresto cardiaco che si è rivelato fatale. Il taser è un dispositivo classificato tra le armi da difesa ‘meno che letali’ che fa uso dell’elettricità per paralizzare i movimenti del soggetto colpito facendone contrarre i muscoli.

La carriera da calciatore di Atkinsom, oggi 48 anni, è durata 16 anni, nel corso dei quali ha indossato le maglie anche dell’Ipswich e dello Sheffield, prima di approdare all’Aston Villa nel 1991 (fino al ’95). Aveva concluso la carriera giocando in Turchia, Spagna e Corea del Sud. Si era ritirato dal calcio nel 2001.

Aggiunge Gazzetta.it:

Atkinson, in carriera, ha segnato 38 gol in 114 partite con l’Aston Villa. La rete più famosa risale al 1994: consegnò ai Villans la Coppa di Lega, nella finale contro il Manchester Utd. Lanciatosi a Ipswich, Atkinson ha giocato anche con Sheffield Wednesday, Real Sociedad, Fenerbahçe, Metz e Manchester City, prima di chiudere l’esperienza da calciatore fuori dall’Europa con Al-Ittihad, Daejeon Citizen e Jeonbuk Hyunday Motors.

Immagine 1 di 8
  • Foto Ansa Foto Ansa
  • Foto Ansa
  • Foto Ansa
  • Foto Ansa
  • Lazio, colore indefinito tra rosso e granata. Un po' West Ham, un po' Aston Villa
  • Lamela (LaPresse)
Immagine 1 di 8