Blitz quotidiano
powered by aruba

Doping, Carter (staffetta Giamaica) positivo: Bolt perde oro

ROMA  – L’atleta giamaicano trovato positivo dopo le nuove analisi sulle provette degli atleti di Pechino 2008 sarebbe Nesta Carter, uno dei componenti della staffetta 4X100 che in Cina vinse l’oro. Lo riporta l’edizione online del ‘Jamaica Gleaner’, che aveva rivelato per primo la notizia che fra i nuovi positivi ai Giochi 2008 c’era un ‘medagliato’ dell’isola caraibica.

Ora lo stesso giornale fa il nome di Carter, e se dopo le controanalisi la notizia venisse confermata, Usain Bolt perderebbe uno dei 6 ori olimpici vinti tra Pechino e Londra. Carter, sempre vincente con la staffetta tranne che nei Mondiali del 2009 a Berlino con la 4×100 giamaicana, ha avuto come compagni tra gli altri Asafa Powell, Michael Frater, Yohan Blake e Usain Bolt.

Scrive La Repubblica:

Nelle urine di Carter sono state trovate tracce di metilexaneamina, uno stimolante: ora si attendono le contranalisi del campione B. In caso di positività confermata, la staffetta giamaicana sarebbe ovviamente declassata con la cancellazione dei titoli e anche dei due record del mondo ottenuti nel 2008 (37″10) e nel 2012 (36″84).

Nella finale olimpica del 2008 Carter aveva corso in prima frazione, e il quartetto giamaicano aveva vinto in 37.10, stabilendo anche il nuovo record del mondo. Per il momento Carter e il suo agente Adrian Laidlaw, spiega il ‘Jamaica Gleaner’, non hanno voluto fare commenti e lo stesso vale per il presidente del comitato olimpico della Giamaica Mike Fennell.