Blitz quotidiano
powered by aruba

Doping, Cio: altri 45 atleti positivi. Tra loro 23 medaglie

ROMA – Test anti-doping del Cio, il Comitato olimpico internazionale: positivi altri 45 atleti che hanno partecipato alle Olimpiadi di Pechino del 2008 e di Londra del 2012. Tra di loro ci sono anche 23 medagliati.

A Pechino sono stati rilevati 30 nuovi casi di positività in quattro sport fra atleti provenienti da 8 Paesi: di questi, 23 hanno conquistato medaglie. Il Cio precisa, solo per l’edizione dei Giochi di otto anni fa, che si tratta di risultati anomali “provvisori”.

I nuovi casi legati alle Olimpiadi di Londra riguardano invece 15 atleti di nove diversi Paesi che appartenenti a due diverse discipline. Il bilancio sale così a 98 atleti positivi.

I test anti-doping hanno portato all’esclusione degli atleti russi dalle Olimpiadi di Rio de Janeiro, in Brasile. La squalifica era arrivata a novembre per le accuse di doping alla Federazione russa di atletica leggera ed è stata confermata dalla Iaaf (International Association of Athletics Federations). Una sanzione durissima confermata dal segretario generale della federatletica russa, Mikhail Butov, e che ha generato la reazione di Mosca. Il Tas, il Tribunale arbitrale dello sport di Losanna, ha anche bocciato il ricorso della Federazione Russa contro il bando ai suoi atleti a Rio. Ma questi nuovi risultati confermano che gli atleti russi non sono i soli ad aver fatto uso di doping.