Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Doping, Rafael Nadal furioso: Querelo Bachelot

ROMA – Rafael Nadal passa alle vie di fatto. Stanco di vedere il suo nome associato al doping il tennista spagnolo ha deciso di querelare Roselyn Bachelot, ex ministro della sanità e dello sport del Governo Sarkozy. L’ex ministro, soltanto qualche giorno fa, commentando il caso Sharapova aveva infatti detto che l’infortunio di Nadal che lo ha tenuto fuori nel 2012 non fu un vero infortunio ma fu uno stop che il tennista spagnolo si impose per non essere trovato positivo all’antidoping.

Una voce, questa, mai verificata e priva di prove che nel circuito tennistico gira da qualche anno. Voce che Rafael Nadal ha il sacrosanto diritto di voler contrastare. Stavolta con le querele. Scrive Gazzetta.it:

In conferenza stampa dopo la vittoria al 2° turno di Indian Wells, lo spagnolo è sbottato: “Ora basta, sono davvero stanco di tutte queste accuse infondate. E per giunta da parte di un ex ministro, una persona che dovrebbe parlare in modo responsabile. La denuncerò, e denuncerò tutti quelli che faranno commenti simili in futuro. In passato, ho lasciato correre in varie occasioni, ma adesso non lo farò piu”.

 

Qualche giorno prima del caso Bachelot Nadal aveva preso duramente posizione contro Maria Sharapova. “Ha sbagliato e deve pagare”: è il pensiero di Rafa Nadal che nella conferenza stampa del torneo di Indian Wells parla della positività della russa e coglie l’occasione per sgombrare il campo dalle illazioni sul suo conto in merito al doping: ”Sono stanco di queste voci – le parole del tennista maiorchino – sono completamente pulito. Credo nello sport e nei valori dello sport. Lo sport è un esempio per la società. E’ un esempio per i bambini. Ho lavorato molto duramente durante la mia carriera e quando mi sono infortunato non ho preso mai nulla di vietato per tornare più velocemente”. Nadal ha parlato anche delle terapie a cui si è sottoposto in carriera per recuperare dagli infortuni.

”Non ho mai cercato di nascondere nulla di quello che ho fatto. Ho fatto un trattamento al plasma e uno con le cellule staminali. La prima volta con il plasma ha funzionato bene, la seconda no e ho dovuto smettere di giocare per sette mesi. Ho usato le cellule staminali per due volte in ginocchio e mi sono trovato bene. Non ho mai fatto, e mai farò qualcosa che è sbagliato. Sono un giocatore corretto, e amo il tennis come giocatore e appassionato”. Sul caso della Sharapova, Nadal non ha dubbi: ”Io so tutto quello che prendo – dice – ma tutti fanno errori, voglio credere che quello di Maria sia stato un errore. Si è trattato di negligenza e deve pagare per questo”.