Blitz quotidiano
powered by aruba

Euro 2016, le probabili formazioni delle 24 squadre

PARIGI – Stade de France, Francia-Romania. Stasera, venerdì 10 giugno, alle 21 l’arbitro Kassai darà il via ufficiale ad Euro 2016. Chi vincerà? Secondo i bookmakers non c’è dubbio: è la Francia la squadra favorita (quotata a 4,20). Poi ci sono la Spagna e la Germania (5,50), l’Inghilterra (10) e il Belgio (11). L’Italia di Antonio Conte non è tra le favorite, quotata a 17.

La probabile formazione della Francia: Lloris; Sagna, Rami, Koscielny, Évra; Pogba, Sissoko, Matuidi; Griezmann, Giroud, Payet.

Griezmann e Pogba sono sicuramente le stelle di queste nazionale. “C’è un dato statistico importante – ha detto il centrocampista bianconero – Quando abbiamo disputato una competizione nel nostro paese siamo sempre riusciti a vincere. Ecco perché non mi accontento di raggiungere la semifinale, voglio il successo finale”.

La probabile formazione della Germania: Neuer; Höwedes, Hummels, Boateng, Hector; Kroos, Khedira; Müller, Özil, Draxler; Gomez.

La probabile formazione della Spagna: De Gea; Juanfran, Piqué, Ramos, Alba; Busquets, Iniesta, Silva, Koke; Morata, Aduriz.

La probabile formazione dell’Inghilterra: Hart; Walker, Cahill, Smalling, Rose; Dier, Wilshere, Alli, Rooney; Kane, Vardy.

La probabile formazione del Belgio: ourtois; Alderweireld, Denayer, Vermaelen, Vertonghen; Nainggolan, Witsel; Mertens, De Bruyne, Hazard; Lukaku.

Tutte le probabili formazioni di Euro 2016:

Albania: Berisha; Hysaj, Cana, Mavraj, Agolli; Kukeli, Xhaka; Roshi, Abrashi, Lenjani; Çikalleshi.
Gianni De Biasi spera che Taulant Xhaka recuperi da un infortunio. A centrocampo, Odise Roshi dovrebbe essere preferito a Andi Lila.
Austria: Almer; Klein, Dragovic, Hinteregger, Fuchs; Alaba, Baumgartlinger; Harnik, Junuzovic, Arnautovic; Janko.
Alcuni convocati non hanno giocato molto con i rispettivi club ultimamente, ma non dovrebbero esserci sorprese.

Belgio: Courtois; Alderweireld, Denayer, Vermaelen, Vertonghen; Nainggolan, Witsel; Mertens, De Bruyne, Hazard; Lukaku.
Il dubbio principale riguarda la difesa. Come sostituire il capitano Vincent Kompany e Nicolas Lombaerts al centro della difesa? Jason Denayer e Thomas Vermaelen sono i candidati giusti. Yannick Carrasco contende il ruolo di esterno destro a Dries Mertens.
Croazia: Subašić; Srna, Ćorluka, Schildenfeld, Vida; Brozović, Modrić, Rakitić, Kovačić, Perišić; Mandžukić.
Il terzino sinistro Josip Pivarić è infortunato: chi lo sostituirà tra Domagoj Vida, Ivan Strinić e Šime Vrsaljko? Ante Čačić dovrebbe schierare un 4-2-3-1, con Mario Mandžukić unica punta.
Repubblica Ceca: Čech; Kadeřábek, Sivok, M. Kadlec, Limberský; Darida, Plašil; Dočkal, Rosický, Krejčí; Necid.
Il centrale Marek Suchý è squalificato per la prima gara e sarà sostituito da Michal Kadlec o Roman Hubník. In attacco, la lotta è tra Tomáš Necid, David Lafata e Milan Škoda, che ha esordito in nazionale 12 mesi fa.

Inghilterra: Hart; Walker, Cahill, Smalling, Rose; Dier, Wilshere, Alli, Rooney; Kane, Vardy.
Jack Wilshere è un pupillo di Roy Hodgson, anche se non ha giocato molto in questa stagione. Sicuro titolare sarà Jamie Vardy, protagonista in campionato con il Leicester.
Francia: Lloris; Sagna, Rami, Koscielny, Évra; Pogba, Sissoko, Matuidi; Griezmann, Giroud, Payet.
Per il ruolo di esterno sinistro, la sfida è tra Anthony Martial e Dimitri Payet.
Germania: Neuer; Höwedes, Hummels, Boateng, Hector; Kroos, Khedira; Müller, Özil, Draxler; Gomez.
Joachim Löw cambierà sicuramente formazione durante il torneo grazie a una panchina lunga. Al momento, i ruoli più difficili da indovinare sono quelli di terzino destro, gli attaccanti e il sostituto di Marco Reus.

Ungheria: Király; Kádár, Lang, Guzmics, Fiola; Nagy, Gera; Dzsudzsák, Kleinheisler, Németh; Szalai.
Il posto in squadra di Krisztián Németh è a rischio, a causa di un infortunio e del buono stato di forma di Nemánja Nikolić. Tamás Priskin e Ádám Szalai sperano di giocare unica punta, secondo il modulo prediletto di Bernd Storck.
Islanda: Kristinsson; Skúlason, R. Sigurdsson, Árnason, Sævarsson; Gudmundsson, G. Sigurdsson, Gunnarsson, Bjarnason; Sigthórsson, Finnbogason.
Tutti i potenziali titolari di Lars Lagerbäck e Heimir Hallgrímsson hanno già giocato insieme, mentre le riserve possono sostituirli più che degnamente.
Italia: Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Florenzi, De Rossi, Giaccherini, Darmian; Pellé, Éder.
Antonio Conte ammette di non avere dubbi solo sul blocco difensivo della Juventus. Le maggiori incertezze riguardano il centrocampo: Claudio Marchisio, Marco Verratti e Riccardo Montolivo sono infortunati, Andrea Pirlo e Jorginho non sono stati convocati e Thiago Motta ha avuto problemi al polpaccio.

Irlanda del Nord: Carroll; Cathcart, McAuley, Evans; McLaughlin, Norwood, McNair, Davis, Dallas; Ward, Lafferty.
Michael O’Neill ha schierato un 4-3-3 nelle qualificazioni, ma recentemente ha sperimentato il 3-5-2. Il Ct dovrà decidere tra Roy Carroll e Michael McGovern in porta, tra Paddy McNair e Chris Baird come centrocampista difensivo e tra Jamie Ward e Conor Washington come partner di Kyle Lafferty in attacco.
Polonia: Fabiański; Piszczek, Glik, Pazdan, Jędrzejczyk; Błaszczykowski, Krychowiak, Zieliński, Grosicki; Milik, Lewandowski.
Piotr Zieliński cerca un posto da titolare dopo la buona stagione con l’Empoli. In effetti, il centrocampista è molto più creativo rispetto a Krzysztof Mączyński.
Portogallo: Rui Patrício; Cédric, Pepe, Bruno Alves, Raphäel Guerreiro; Danilo, João Mário, João Moutinho, Adrien Silva; Nani, Cristiano Ronaldo.
William Carvalho dovrebbe partire titolare a centrocampo al posto di Danilo e affiancare Adrien Silva e João Mário, compagni nello Sporting. Eliseu potrebbe essere un’alternativa come terzino sinistro al posto di Raphäel Guerreiro.
Repubblica d’Irlanda: Randolph; Coleman, Keogh, O’Shea, Brady; Walters, Whelan, McCarthy, Hendrick; Hoolahan; Long.
Ancora grandi incertezze per Martin O’Neill, che deve scegliere se schierare Robbie Brady in difesa o a metà campo e chi in porta.
Romania: Tătărușanu; Săpunaru, Chiricheș, Grigore, Raț; Pintilii, Hoban; Popa, Stanciu, Stancu; Andone.
Anche se il modulo sarà sicuramente un 4-2-3-1, a centrocampo c’è ancora qualche dubbio. Gabriel Torje potrebbe sostituire Adrian Popa. Claudiu Keșerü è in ottima forma.
Russia: Akinfeev; Smolnikov, V Berezutski, Ignashevich, Schennikov; Glushakov, Ivanov/Golovin, Samedov, Kokorin, Shatov, Dzyuba.
Con l’infortunio occorso al centrocampista Igor Denisov, diventa ancora più complicato prevedere quale sarà la formazione titolare della Russia. Nelle gare amichevoli Leonid Slutski ha schierato tre attaccanti, ma è improbabile vedere una squadra così sbilanciata in attacco contro l’Inghilterra.

Slovacchia: Kozáčik; Pekarík, Škrtel, Ďurica, Hubočan; Kucka, Pečovský, Mak, Hamšík, Weiss; Ďuriš.
La Slovacchia esordisce al Campionato Europeo e si affida soprattutto alla creatività di Marek Hamšík.
Spagna: De Gea; Juanfran, Piqué, Ramos, Alba; Busquets, Iniesta, Silva, Koke; Morata, Aduriz.
Molto probabile un cambio della guardia in porta, con David de Gea al posto di Iker Casillas. L’attacco dovrebbe essere guidato da Álvaro Morata e Aritz Aduriz, che nelle amichevoli di marzo hanno dimostrato una buona intesa.
Svezia: Isaksson; Lustig, Lindelöf, Granqvist, Olsson; Durmaz, Källström, Hiljemark, Forsberg; Berg, Ibrahimović.
Molti ruoli sono ancora da assegnare, mentre tutta la Svezia spera che Zlatan Ibrahimović conservi l’abitudine di segnare gol a grappoli in Francia.
Svizzera: Sommer; Lichtsteiner, Lang, Djourou, Rodriguez; Fernandes, Xhaka, Behrami; Shaqiri, Seferovic, Mehmedi.
Solo mezza squadra sembra essere sicura. Breel Embolo dovrà dimostrare di avere i 90 minuti nelle gambe per trovare un posto da titolare.
Turchia: Volkan Babacan; Gökhan Gönül, Serdar Aziz, Hakan Balta, Caner Erkin; Selçuk İnan, Hakan Çalhanoğlu, Mehmet Topal, Oğuzhan Özyakup, Arda Turan; Burak Yılmaz.
Un’unica grande domanda: Burak Yılmaz riuscirà a recuperare o cederà il posto di unica punta a Cenk Tosun?
Ucraina: Pyatov; Fedetskiy, Khacheridi, Rakitskiy, Shevchuk; Stepanenko, Garmash, Rotan; Yarmolenko, Konoplyanka; Zozulya.
Dopo le buone prestazioni con lo Shakhtar, il 20enne Viktor Kovalenko potrebbe strappare il posto a Denys Garmash a centrocampo, ma Mykhailo Fomenko potrebbe preferirgli il più esperto e combattivo Garmash per la prima sfida contro la Germania.

Galles: Hennessey; Gunter, Chester, Williams, Davies, Taylor; Ramsey, King, Allen; Bale, Robson-Kanu.
Chris Coleman dovrebbe essere privo del centrocampista Joe Ledley almeno per la prima gara contro la Slovecchia. Al suo posto dovrebbe giocare Andy King, che ha caratteristiche simili e ha appena vinto la Premier League.


PER SAPERNE DI PIU'