Blitz quotidiano
powered by aruba

Euro 2016, nazionale inglese ha paura: nell’hotel c’è…un fantasma

PARIGI – C’è un fantasma che incombe sui giocatori della nazionale inglese impegnata con Euro 2016, e non si tratta della Brexit. A turbare le notti dei calciatori inglesi è il fantasma del celebre chef François Vatel, che si tolse la vita proprio nell’el di Chantilly dopo aver deluso Luigi XIV per un banchetto giudicato non adeguato nel 1617.

La Gazzetta dello Sport scrive che il ct Roy Hodgson e i suoi giocatori si ritrovano così con lo spettro di Vatel che da 400 anni infesta proprio l’Auberge du Jeu de Paum, il lussuoso albergo in cui alloggia la nazionale inglese:

“Confusione in cucina e una portata di pesce sbagliata, proprio durante un banchetto in onore del monarca francese al Castello du Chantilly nel 1617, non lasciarono altra scelta al celebre chef Francois Vatel: il pover’uomo prese la spada e si tolse la vita trafiggendosi il cuore. Nonostante siano passati 400 anni, Vatel sembra non aver ancora “digerito” l’aver concluso così la sua vita e quindi, nella nuova attività di fantasma, si aggira ancora per Chantilly.

Tra le sue destinazioni preferite c’è l’Auberge du Jeu de Paume, il lussuoso albergo che ospita la nazionale inglese. Sia il c.t. Roy Hodgson sia gli altri giocatori dicono di trovarsi molto bene in quell’el, a parte qualche rumore spettrale che si sente la notte. Di certo, al momento, agli inglesi fa più paura il fantasma dello chef che non l’Islanda, prossima avversaria agli ottavi dell’Europeo”.


PER SAPERNE DI PIU'