Sport

Euro 2016: scontri russi-inglesi a Lille, 36 arresti, 16 feriti

Euro 2016: scontri russi-inglesi a Lille, polizia usa lacrimogeni

Euro 2016: scontri russi-inglesi a Lille, polizia usa lacrimogeni

LILLE – Ancora, ennesimi scontri tra inglesi e russi. Questa volta, dopo il delirio di Marsiglia, siamo a Lille. E il bilancio della mattina dopo, quando sembra finalmente tornata la calma, è di quelli impressionanti: 36 persone arrestate, almeno 16 i feriti.

Primi sintomi già martedì sera, quando si sono incrociati gruppi di tifosi russi, inglesi e gallesi (tutte squadre dello stesso girone insieme alla Slovacchia). Questa volta la polizia ha usato gas lacrimogeni per disperdere hooligans inglesi e russi a Lille in seguito a tafferugli scoppiati al termine della partita tra Russia e Slovacchia, finita 2-1 per la Slovacchia. La Russia rischia l’eliminazione perchè dopo 2 partite ha un solo punto, ma a rischiare grosso, nonostante l’appello del capitano Rooney, è anche l’Inghilterra, per motivi disciplinari.

A Lille anche esplosioni nei pressi di place des Reignaux. Lo riferiscono all’Ansa fonti Uefa. Sono stati lanciati gas lacrimogeni dalla polizia mentre molte auto sono state danneggiate da ultrà russi. Almeno una persona è stata arrestata dalla polizia francese.

San raffaele

Un gruppo di circa 200 tifosi inglesi nei pressi della stazione ha incominciato ad intonare cori di scherno verso i russi (a Lille si è giocata oggi Russia-Slovacchia) quando sono state udite delle esplosione ed è cominciato un lancio di bottiglie. Allora la polizia, per disperdere la folla e nel timore che gli scontri degenerassero, ha cominciato a usare i lacrimogeni. I negozi della zona dei tafferugli, soprattutto bar e ristoranti, sono stati costretti a chiudere velocemente. L’Inghilterra gioca domani nella vicina Lens contro il Galles e numerosi suoi sostenitori già da martedì si erano ritrovati a Lille.

Per il ministro dello Sport russo però  Vitali Mutko “non è seria” la versione secondo cui gruppi organizzati di hooligans russi hanno attaccato gli ultras inglesi a Marsiglia. “Sono stato a Marsiglia – ha dichiarato il ministro – sono andato in centro, è impossibile camminare: 10-20.000 britannici a torso n**o urlano ‘Siamo inglesi, possiamo fare qualunque cosa’, usano un linguaggio ripugnante e insultano i russi. Com’è possibile – si è chiesto Mutko – che 200 nostri ragazzi siano venuti e abbiano attaccato quei 20.000? Non è chiaro”.

To Top