Blitz quotidiano
powered by aruba

Euro 2016 VIDEO, scontri anche a Lille. Stavolta neo-nazisti tedeschi

LILLE  – E’ cominciato solo da qualche giorno ma rischia di passare alla storia come l’europeo degli scontri tra ultras. Dopo la due giorni da incubo di Marsiglia (città devastata e risse anche all’interno dello stadio) ora la violenza si sposta a Lille, dove domenica sera è prevista la sfida tra la Germania e l’Ucraina.  Scontri sono in corso nel centro di Lille a due ore dall’inizio della gara. Secondo quanto si apprende, la giornata era cominciata pacificamente a Lille, dove tifosi tedeschi e ucraini si aggiravano tranquillamente nelle strade della città.

Gli incidenti sono scoppiati all’improvviso, poco prima delle 18, quando una trentina di hooligan tedeschi hanno attaccato degli ucraini sulla Grand-Place. La polizia è accorsa, i feriti sono stati medicati sul posto, un tedesco è stato posto in stato di fermo. Tutto il centro è ora blindato dagli agenti.

Le minacce della Uefa, per ora rivolte a Russia e Inghilterra (saranno escluse da Euro 2016 in caso di nuove violenze) non sembrano fermare l’escalation di rabbia da parte degli ultras. Una situazione anomala, mai verificatasi prima in un campionato europeo.

Scrive la Gazzetta dello Sport:

Secondo le prime indiscrezioni, si tratterebbe di un gruppo composto da una quarantina di hooligans tedeschi, che hanno intonato cori di stampo neonazisti come “Stiamo invadendo di nuovo la Francia” all’ingresso della stazione metropolitana. Un reporter tedesco di Sport 1 è stato colpito alle costole da due ultrà. La polizia è intervenuta per sedare gli scontri. In ogni caso, stando a quanto affermato dalla delegazione della polizia tedesca presente a Lilla con otto funzionari, non si tratta di scontri paragonabili a quelli di Marsiglia.