Blitz quotidiano
powered by aruba

F1, Gp Belgio: pole a Rosberg, Ferrari in seconda fila con Raikkonen e Vettel

BRUXELLES – Una seconda fila per poter puntare anche a vincere il primo Gran Premio della stagione. Nelle qualifiche del Gp del Belgio sulla leggendaria pista di Spa la Ferrari va vicino alla pole con Kimi Raikkonen, ma alla fine deve accontentarsi di una terza piazza con il pilota finlandese e di una quarta con Sebastian Vettel dietro a Nico Rosberg in pole positon ed al giovane olandese che corre praticamente in casa Max Verstappen.

Partirà ultima la Mercedes del leader del Mondiale Lewis Hamilton, che è stato costretto a cambiare per ben tre volte i componenti della sua Power Unit, prendendosi una penalizzazione di 55 posizioni di griglia.

Qualifiche che hanno visto per la Ferrari un Raikkonen, novello sposo, in gran forma e in grado di puntare anche alla pole position visti i distacchi esigui con le monoposto in prima fila. ”Finora è stato un discreto weekend – ha detto il finlandese della Ferrari dopo le qualifiche – oggi la macchina si è comportata bene ed eravamo veloci. Il mio primo giro in Q3 è stato buono, ma poi mi sono intraversato e sono uscito di pista. L’ultimo tentativo è andato anche meglio, ma nell’ultima chicane ho avuto un po’ di sottosterzo e ho perso qualche decimo rispetto allo stesso settore in Q2. Oggi sentivo che potevamo lottare per la pole, quindi sono un po’ deluso, ma il mio tempo sul giro non era abbastanza buono per farcela. Di positivo c’è però il fatto che rispetto alle ultime due gare siamo molto vicini ai nostri avversari. Abbiamo deciso di partire con le gomme Soft: se riusciremo a farle lavorare bene farà una differenza enorme. Vedremo come si evolverà la gara – conclude Raikkonen – ma penso che la nostra strategia funzionerà. Noi faremo del nostro meglio, naturalmente in queste condizioni non sarà facile per le gomme, ma è lo stesso per tutti. Speriamo di essere lì a giocarcela anche domani”.

Fiducioso per la gara anche Vettel: ”Sono certo che rispetto a ieri abbiamo fatto un passo in avanti. I distacchi tra le vetture sono molto ravvicinati, quella di domani dovrebbe essere una bella gara. Ovviamente si vorrebbe sempre fare meglio: in particolare non ero forte in uscita dall’ultima curva e di questo non posso sentirmi soddisfatto. Il resto del giro è andato bene, la macchina era molto più equilibrata di ieri, ma è importante essere a posto in tutti e tre i settori. In gara – aggiunge il pilota tedesco della Ferrari – abbiamo deciso di partire con le gomme soft, crediamo sia la strategia migliore, lo vedremo domani. Tutto può succedere, qui potrebbe anche esserci un po’ di pioggia, a Spa non si sa mai…”.

Uomini in rosso che hanno voluto ricordare le vittime del terremoto in Centro Italia con un nastro nero appuntato sulle tute. ‘‘Tutta la squadra – ha detto il team principal della Ferrari, Maurizio Arrivabene, nel paddock del circuito di Spa – ha voluto testimoniare la vicinanza alle vittime del terremoto. E’ straziante vedere tanti bambini sotto le macerie. Il nostro pensiero va anche ai soccorritori”.