Fiorentina

Federico Bernardeschi: “Sogno di vincere il Mondiale con Italia”

Federico Bernardeschi: "Sogno di vincere il Mondiale"

FIRENZE – E’ l’uomo del momento, il giocatore più amato della Fiorentina, il più corteggiato dai grandi club di tutta Europa: Federico Bernardeschi, protagonista ieri sera con una punizione-capolavoro che ha dato alla sua squadra una vittoria storica al Borussia Park.

Miglior modo il numero 10 viola non poteva festeggiare il 23/o compleanno, in coincidenza con uno dei campioni più amati dello sport italiano, Valentino Rossi.

“Sono contento della vittoria contro il Borussia Monechenglandbach, ho segnato il gol più bello della mia carriera – ha detto a fine gara Bernardeschi rifuggendo ogni confronto con Roberto Baggio, ma svelando i suoi obiettivi: vestire il 10 anche in Nazionale e, come ha dichiarato in un’intervista rilasciata a Note, il settimanale gratuito per i viaggiatori delle tratte regionali delle Ferrovie di Stato, “vincere un Mondiale con la maglia azzurra“.

Sogni in grande di un talento che quando andava a scuola si esaltava leggendo la frase contenuta nel suo diario di studente, nella pagina del 16 febbraio: ‘Questo è il giorno dei fenomeni’ secondo la definita data da Valentino Rossi. “Mi ha portato sicuramente fortuna – ha sottolineato – Mi piacerebbe conoscere Valentino, è un campione che ha portato in alto la bandiera dell’Italia in tutto il mondo”.

San raffaele

Intanto Bernardeschi si gode l’affetto e gli applausi: oggi sui cancelli del centro sportivo alcuni tifosi hanno affisso uno striscione per lui. ‘Regalo più bello non te lo potevi fare, resta con noi Fede, auguri magico 10’. In attesa che il talento di Carrara inizi a discutere il prolungamento del contratto in scadenza nel 2018 Antognoni lo ha elogiato:

“La sua rete è stata un’autentica pennellata, si è fatto da solo il regalo di compleanno – ha detto a Violachannel – Nel calcio di oggi si vive di giocate come quella con cui Federico ha dato alla Fiorentina una vittoria eccezionale”.

Pure Andrea Della Valle ha voluto fare gli auguri e complimentarsi personalmente con Bernardeschi: il patron ha anticipato oggi la visita pre-gara e in vista della trasferta di domenica col Milan, dopo aver elogiato tutti i giocatori per il successo di ieri, li ha caricati chiedendo di continuare a lottare anche in campionato.

A iniziare dalla sfida di San Siro che vale un pezzo d’Europa futura. Mancherà però per squalifica proprio Bernardeschi, un peccato per Sousa, una fortuna per l’ex Montella.

To Top