Blitz quotidiano
powered by aruba

Foggia, raid contro calciatori dopo sconfitta: 5 feriti

FOGGIA – E’ di cinque feriti lievi (un calciatore del Foggia e quattro poliziotti) il bilancio dell’aggressione avvenuta sabato sera sul piazzale dello stadio Zaccheria di Foggia. Circa 150-200 teppisti, alcuni dei quali impugnavano mazze e aste di bandiere, hanno contestato la squadra del Foggia al rientro in città dopo il derby di Andria (perso per 3-0 dai foggiani). Il bus sul quale viaggiavano gli atleti è stato danneggiato anche con calci. Il calciatore rimasto lievemente ferito (che non ha fatto ricorso alle cure mediche) avrebbe ricevuto un pugno da un uomo appartenente al gruppo di violenti che è salito sul bus. La polizia ha in corso indagini per identificare i teppisti.

Dura la presa di posizione da parte di Damiano Tommasi dell’associazione italiana calciatori: “Si tratta di un evento inqualificabile è inaudito. Bisogna prendere subito provvedimenti. Non si può andare avanti così. Non è questo il modello di calcio che vogliamo affermare in Italia”. Il Foggia nel pomeriggio aveva rimediato una pesante sconfitta nel derby con l’Andria per 3 a 0 nello stadio degli Ulivi.

“E’ accaduta una folle aggressione. Quasi un agguato. Dopo la contestazione nello stadio di Andria, i giocatori del Foggia, giunti nel capoluogo sono stati aggrediti e contestati nel piazzale dello Zaccheria. Sul bus sono saliti alcuni violenti con mazze, spranghe e bastoni. C’è stata una baruffa, sono volati schiaffi e un calciatore è stato colpito da un pugno. La squadra alla fine è scappata dalla città, andando a dormire in una località segreta”. E’ la ricostruzione di Danilo Coppola, responsabile dell’Associazione Italiana Calciatori (Aic) per la Lega Pro. Nel caos, ad alcuni giocatori sarebbero stati sottratti anche degli oggetti e, anche per questo, la squadra ha pernottato in Abruzzo.

Martedì a Foggia i rossoneri giocheranno la semifinale di Coppa Italia di Lega Pro. “Si giocherà in condizioni ambientali molto difficili. L’Aic esprime massima solidarietà ai calciatori vittime di questa situazione assurda”, ha concluso Coppola.


TAG: