Blitz quotidiano
powered by aruba

Genoa-Sampdoria, formazioni ufficiali derby

Formazioni, Genoa-Sampdoria: Pavoletti e Cassano protagonisti nel derby della Lanterna. Riflettori sui due attaccanti di Genoa e Sampdoria alle 20.45.

GENOVA, STADIO LUIGI FERRARIS ‘MARASSI’ – Formazioni ufficiali di Genoa-Sampdoria (ore 20 . 45), derby della Lanterna valido per la 18esima giornata del campionato italiano di calcio di Serie A.

LA FORMAZIONE UFFICIALE DEL GENOA (4-3-3): Perin; Izzo, De Maio, Burdisso, Ansaldi; Rincón, Dzemaili, Ntcham; Lazovic, Pavoletti, Laxalt. All. Gasperini.

LA FORMAZIONE UFFICIALE DELLA SAMPDORIA (4-3-3): Viviano; De Silvestri, Moisander, Zukanovic, Regini; Soriano, Fernando, Barreto; Carbonero, Cassano, Eder. All. Montella.

Squalificati: nessuno. Diffidati: Silvestre, Soriano. Indisponibili: nessuno. Arbitro: Valeri di Roma Quote Snai: 2,30; 3,10; 3,30.

Una partita che può valere una stagione quella che attende martedì il Genoa di Gasperini. Troppo importante per morale e classifica il 111° derby della Lanterna e così il cuore del tifo rossoblù, la Gradinata Nord, ha lanciato un appello a tre giorni dalla stracittadina.

“Lasciamo le chiacchiere a chi ama farle, noi stiamo con il Genoa e siamo gli unici ad avere da sempre un progetto vero, il suo bene. Scaldiamo la voce e per tutti i novanta minuti rendiamo la Nord quella bolgia che deve aiutare i ragazzi a lottare su ogni pallone con il sangue agli occhi e a onorare la maglia più gloriosa d’Italia. Scateniamo l’inferno”, scrivono i tifosi invitando ad abbandonare le critiche che stanno accompagnando il presidente Preziosi e il tecnico per una stagione deludente.

In pochi però oggi hanno sfidato il freddo quasi polare per seguire l’allenamento, l’ultimo a porte aperte, che ha confermato i recuperi di Marchese e Burdisso e l’indisponibilità di Tino Costa per la sfida di martedì. Intanto sul fronte mercato a tenere banco è sempre Diego Perotti.

Il fantasista argentino rimane la prima scelta della Roma che sarebbe pronta ad accogliere la richiesta del Genoa, nove milioni più bonus, ma prima Enrico Preziosi, che non ha ancora dimenticato lo sgarbo ‘Iturbe’ a fine sessione estiva, vuole trovare un sostituto adeguato puntando forte su Alessio Cerci.

Lo stesso Milan potrebbe però inserirsi avendo già sondato il terreno per l’argentino l’estate scorsa.

Immagine 1 di 4
  • Foto LaPresseFoto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
  • Foto LaPresse
Immagine 1 di 4