Blitz quotidiano
powered by aruba

Genoa, se fosse trattato come la Roma, sarebbe primo in classifica. Cesare Lanza contesta

GENOVA – Genoa discriminato, Roma e Fiorentina favorite, sempre è la tesi di Cesare Lanza in questa breve nota di sport, settore in cui esordi giovanissimo in giornalismo e in cui ancora si sente maestro. Se non fosse stata tenuta verso il Genoa una linea arbitrale diversa da quella adottata con la Sampdoria e la Roma, ora avrebbe battuto la Fiorentina e sarebbe già primo in classifica. La nota è stata pubblicata anche sul suo blog.

Lanza è nato a Cosenza ma è genovese d’adozione e genoano con intensità. Dai genovesi ha assorbito la metafisica del mugugno, che è cosa molto diversa dal piagnisteo meridionale, è un lamento cosmico, universale.

Aldo Repetto, eccellente ex giornalista dell’Ansa, ora in pensione, nonché appassionato tifoso (come me) del Genoa, mi invia un’apprezzata pignoleria: perché per Roma-Sampdoria l’arbitro ha avuto la pazienza di aspettare un’ora e mezza e poi far riprendere la partita, e invece per Genoa-Fiorentina l’arbitro non ha avuto la stessa pazienza e ha frettolosamente rinviato il match? Il diluvio a Roma era del tutto simile, violento e passeggero, come quello di Genova. E il Genoa stava asfaltando la Fiorentina, se avesse vinto oggi avremmo la gioia di vedere il nostro Grifo in cima alla classifica, a fianco della Juventus! Invece, la partita è rinviata a gennaio. Cosa dire? Da buon utopista, mi auguro che nel 2017 il Genoa sia primo in classifica, da solo, senza la Juventus…