Blitz quotidiano
powered by aruba

Graziano Pellè escluso dalla Nazionale, non ha dato la mano a Ventura dopo il cambio

TORINO – Escluso dalla Nazionale. Dopo la figuraccia del cucchiaio mimato al portiere più forte del mondo agli Europei, costa caro a Graziano Pellè il gesto di stizza avuto giovedì sera nei confronti del ct Ventura quando lo ha sostituito nel corso della gara tra l’Italia e la Spagna. Il centravanti è stato infatti escluso dagli azzurri in vista della partita di domenica contro la Macedonia.

Pellè, cui viene contestato un “atto irriguardoso” nei confronti del tecnico Giampiero Ventura, non è salito sul pullman che ha portato gli altri azzurri a Vinovo, dove è in programma una seduta di allenamento, e tornerà immediatamente a casa.

Pellè si è poi scusato via socia. “Eh si!!Purtroppo, mi capita nuovamente di fare una cavolata, ha scritto il calciatore. “Un comportamento inaccettabile, nei confronti del mister in primis e di riflesso ai miei compagni, che hanno sempre dimostrato di avere dei valori importanti all’interno di un fantastico gruppo ITALIA nel quale facciamo parte. Come ogni errore grave – si legge ancora nel post – si subiscono sempre delle conseguenze. Ed è giustissimo che io mi prenda delle responsabilità sull’accaduto. Era doveroso rivolgere le scuse di cuore a tutti”. Scuse che però non sono bastate.

“Il Commissario Tecnico Gian Piero Ventura, d’intesa con la FIGC, ha deciso di escludere il calciatore Graziano Pellè dalla lista dei convocati per la gara con la FYR Macedonia in programma domenica 9 ottobre a Skopje, per il comportamento irrispettoso tenuto al momento della sostituzione durante la gara di ieri con la Spagna. Far parte della Nazionale comporta infatti la condivisione di valori e l’assunzione di atteggiamenti consoni alla maglia azzurra, a cominciare dal rispetto nei confronti dello staff, dei compagni di squadra e dei tifosi. Il calciatore farà ritorno oggi nel proprio club di appartenenza“, questa la nota diffusa sul sito della Federazione.

 

Immagine 1 di 10
  • foto Ansa
  • foto Ansa
  • foto Ansa
  • foto Ansa
  • foto Ansa
  • foto Ansa
  • foto Ansa
  • foto Ansa
  • foto Ansa
  • foto Ansa
Immagine 1 di 10


PER SAPERNE DI PIU'