Inter

Calciomercato Inter: Bernardeschi, Tete, Skriniar, Matuidi. Le ultimissime

Calciomercato Inter: Bernardeschi, Tete, Skriniar, Matuidi. Le ultimissime

Calciomercato Inter: Bernardeschi, Tete, Skriniar, Matuidi. Le ultimissime.
ANSA/MAURIZIO DEGL INNOCENTI

CALCIOMERCATO INTER, LE ULTIMISSIME IN TEMPO REALE – Milano sta tornando la “capitale del calciomercato”. Il Milan è molto attivo ma anche l’Inter non sta a guardare. Dopo aver annunciato Luciano Spalletti come nuovo allenatore, i nerazzurri stanno lavorando sul calciomercato in entrata. Si stanno valutando i nomi di Bernardeschi, Tete, Skriniar e Matuidi.

Bernardeschi piace sia all’Inter che alla Juventus. In questo momento nessuna delle due squadre è favorita sull’altra. L’unica probabilità è che il calciatore lascerà la Fiorentina. I viola cercheranno di monetizzare il più possibile dalla sua cessione.

Tete è un classe 1995 che, nonostante la giovane età, è già titolare dell’Ajax e della Nazionale Olandese.  Prevalentemente impiegato da terzino destro, può giocare anche da terzino sinistro o all’occorrenza da difensore centrale. È dotato di buona velocità. L’Inter vorrebbe portarlo a Milano ma l’Ajax è una “bottega cara” e non sarà facile trovare un accordo con l’Ajax.

Il nome dal mercato italiano è quello di Skriniar. La Sampdoria potrebbe cederlo ma solamente alle sue condizioni. Il presidente Ferrero ha dimostrato di essere molto esigente nel calciomercato in uscita. Il recente affare Schick-Juventus ne è la dimostrazione. Insomma, se l’Inter vorrà Skriniar dovrà soddisfare le richieste economiche della Sampdoria senza cercare ‘sconti’.

 Il sogno dei nerazzurri si chiama Matuidi. Il centrocampista di qualità, cercato anche dalla Juventus, potrebbe lasciare il Paris Saint Germain ma non è una trattativa semplice perché il suo agente è Mino Raiola, nella bufera nelle ultime ore dopo il mancato rinnovo di Donnarumma al Milan.

“Voglio una squadra forte ed equilibrata. Obiettivi? Confrontarsi con qualsiasi avversario e provare a vincere tutte le partite che giocheremo”. Luciano Spalletti racconta alla tv cinese PPTV la sua idea di Inter. Dichiarazioni rilasciate durante la visita a Nanchino del 6 giugno scorso e rese pubbliche oggi. “Dobbiamo essere una squadra disposta a confrontarsi in maniera forte contro avversari forti. Partiremo con la difesa a 4 – racconta – ma dovremo allenare bene anche quella a 3. Oltre a essere forte individualmente, la retroguardia deve essere un reparto che deve comportarsi in maniera collettiva”. Poi torna a parlare delle impressioni che ha avuto conoscendo Zhang Jindong e la proprietà cinese: “Arrivare a Nanchino e vedere la maestosità della società Suning fa capire che noi abbiamo a cuore le sorti di questa grande squadra”.

To Top