Blitz quotidiano
powered by aruba

Inter-Torino 1-2. Video gol: Icardi, Molinaro e Belotti

MILANO – Inter-Torino 1-2, gol: Mauro Icardi rigore 17′, Molinaro 55′, Belotti rigore 73′.  (cliccare qui per la cronaca della partita).

Incredibile a San Siro. L’Inter resta in 9, perde contro il Torino e vede allontanarsi la Champions League. Impietrito il presidente Thohir in tribuna, si mette le mani nei capelli Moratti al suo fianco.

I nerazzurri, avanti di una rete nel primo tempo, fanno harakiri: Miranda si fa cacciare per un fallo inutile, Nagatomo per aver propiziato il rigore che consegna la vittoria alla squadra di Ventura.

Mattatore dell’incontro l’arbitro Guida che concede un penalty per parte con Icardi che ne reclama un altro all’apertura del secondo tempo.

E’ accaduto di tutto in una sfida che sembrava incanalata nel modo migliore per i nerazzurri. Mancini stupisce ancora per alcune singolari scelte tattiche: in dieci uomini, sostituisce Icardi con Biabiany.

L’Inter che doveva vincerle tutte, ora si ritrova al quinto posto dietro alla Fiorentina e a meno otto dalla Roma. Crollo psicofisico per i padroni di casa che non sanno reagire e forse non credono più nell’impresa.

Nel giorno del crollo del Napoli e dell’ennesimo stop della Fiorentina, Mancini cambia ancora formazione tipo. Si affida sempre al 4-2-3-1, ma risparmia Murillo per Juan Jesus, rilancia Santon al posto di D’Ambrosio e lascia in panchina Eder. Dietro a Icardi unica punta, il trio Ljajic-Palacio-Perisic.

Il Torino, senza Immobile infortunato, schiera Belotti e Maxi Lopez, che saranno protagonisti della vittoria. San Siro omaggia Cesare Maldini con uno scrosciante applauso nel minuto di silenzio mentre la Nord espone lo striscione “uomo vero protagonista di un calcio vero”.

Dopo la commozione inizia il gioco con il primo tempo che scivola senza grandi emozioni. I ritmi non sono elevati e per sbloccare la partita serve un episodio: al 16′ tiro di Brozovic e Moretti tocca col braccio.

Gesto involontario ma Guida indica il dischetto. Icardi realizza il rigore battendo Padelli. Il Torino, sotto di un gol, si chiude. L’Inter fa girare palla ma non è pericolosa. Nella ripresa il Torino scende in campo con tutt’altro piglio e la partita cambia faccia. Maxi Lopez, prima evanescente, diventa una spina nel fianco per la difesa nerazzurra. Ma è Icardi a protestare per un rigore non concesso al 2′.

I nerazzurri sbagliano troppo e Mancini se la prende con Ljajic. Al 10′ il Torino trova il pari: Maxi Lopez protegge il pallone e serve Molinaro che batte Handanovic.

L’Inter subisce il contraccolpo e due minuti più tardi Miranda già ammonito falcia Belotti lontano dall’area di rigore e si fa cacciare. Murillo entra al posto di un deludente Ljajic.

Al 23′ cross di Palacio, sponda di testa per Perisic e Icardi impegna Padelli. Cambio di fronte non concretizzato dal Torino con un colpo di tacco di Maxi Lopez. Al 26′ Mancini sostituisce Icardi con Biabiany, il pubblico rumoreggia. Sembra uno scherzo del destino perché un minuto dopo Nagatomo atterra in area Belotti, servito da Maxi Lopez: rosso diretto e rigore per i granata realizzato dallo stesso Belotti.

Nel recupero c’è anche spazio per il palo di Baselli su un bel tiro a giro. La sconfitta dell’Inter lascia l’amaro in bocca. I nerazzurri si fermano contro una squadra che lotta per salvarsi. Ancora una volta mostrano i loro limiti nel momento in cui dovrebbero spiccare il volo.

Mancini contesta l’espulsione di Nagatomo: “Dalla panchina sembrava che Belotti simulasse”. L’allenatore difende la scelta di sostituire Icardi ma non getta la spugna: “Assurdo perdere oggi ma dobbiamo continuare a lottare. La partita è stata determinata da episodi. Nel primo tempo dovevamo fare due gol”. Qualche fischio accompagna la squadra negli spogliatoi, degno finale di una grigia serata.

Inter-Torino, video con il gol di Belotti su calcio di rigore.
Inter-Torino, video con il gol di Molinaro.

Inter-Torino, video con il gol segnato da Mauro Icardi su calcio di rigore.