Blitz quotidiano
powered by aruba

Mauro Icardi, Wanda Nara spiega: “Solo un problema di traduzione”

MILANO – Mauro Icardi, Wanda Nara spiega: “Solo un problema di traduzione. Mauro sta bene, è tranquillo. Si è fatto tanto caos, ma lui ha già spiegato tutto. È stato un problema di traduzione, a volte capita”. Wanda Nara torna così sul caso di Mauro Icardi e lo fai ai microfoni del Clarín. “Vuoi dire una cosa – spiega la moglie e agente del capitano nerazzurro – e quando si traduce è un’altra. “Mauro intendeva dire che è cresciuto in un ambiente di tifosi, nient’altro”.

Le parole di Wanda Nara intendono quindi azzerare il clamore legato al caso esploso domenica a proposito dell’autobiografia del marito Mauro Icardi e dell’episodio della maglia lanciata ai tifosi dopo Sassuolo-Inter, gennaio 2105. “In Italia la prima edizione del libro si è esaurita, è stato proposto quindi di chiarire quella parte nella ristampa affinché i tifosi si sentano bene. Per Mauro l’appoggio dei tifosi è importante perché seguono la squadra dovunque. Io gli dico sempre che quando esce dal campo deve prima salutare la sua famiglia, ma lui va a salutare loro”.

Le tre pagine che Mauro Icardi è stato costretto a togliere dalla sua autobiografia per fare pace con gli ultras e per mantenere la fascia da capitano dell’Inter.
“Ho trovato il coraggio di affrontare la Curva a fine gara, insieme a Guarin. mi tolgo maglia e pantaloncini e li regalo a un bimbo. Peccato che un capo ultrà gli vola addosso, gli strappa la maglia dalle mani e me la rilancia indietro con disprezzo. In quell’istante non ci ho più visto, lo avrei picchiato per il gesto da bastardo appena compiuto. E allora inizio a insultarlo pesantemente: “Pezzo di m…, fai il gradasso e il prepotente con un bambino per farti vedere da tutta la curva? Devi solo vergognarti, vergognatevi tutti”.

Immagine 1 di 14
  • mauro-icardi-wanda-nara
  • Wanda Nara e Icardi
Immagine 1 di 14