Blitz quotidiano
powered by aruba

Roberto Mancini, 40mila al mese a ex moglie Federica Morelli

Altre cattive notizie per Roberto Mancini dopo la lite con Maurizio Sarri: dovrà versare 40mila euro al mese alla ex moglie Federica Morelli.

MILANO – Roberto Mancini dovrà dare 40 mila euro al mese alla ex moglie. Il maxi assegno di mantenimento per Federica Morelli arriva proprio nel giorno della super polemica tra l’allenatore dell’Inter e Maurizio Sarri (accusato di omofobia da Mancini per avergli dato del “frocio”). E’ quanto ha disposto il presidente del tribunale di Ancona Mario Vincenzo D’Aprile dopo la prima udienza nel procedimento di separazione dei due coniugi, che hanno entrambi chiesto l’addebito della separazioni l’uno a carico dell’altro. Il tecnico jesino sta versando la somma all’ex compagna dallo scorso novembre, e dovrà continuare a farlo, in via provvisoria, fino alla sentenza definitiva: 40 mila euro sono molto più dei 2.500 euro mensili che inizialmente sarebbero stati offerti da Mancini.

Ad Ancona si è tenuta la prima udienza di merito davanti al giudice Valentina Rascioni, presenti solo gli avvocati ma non i diretti interessati. Un’udienza interlocutoria, quella odierna, il giorno dopo l’amara serata di mister Mancini al San Paolo, con gli insulti (”frocio, finocchio”) ricevuti dall’allenatore del Napoli Maurizio Sarri al termine della gara di Coppa Italia Inter-Napoli, vinta dai nerazzurri, che si sono guadagnati la semifinale. Davanti al giudice Rascioni, i legali delle parti hanno presentato istanze istruttorie che verranno valutate dal tribunale nella prossima udienza, fissata per maggio. Tra le questioni sollevate anche quella relativa alla competenza territoriale sul procedimento.

I 2.500 euro mensili sono una somma ‘tecnica’, si è appreso in serata. Roberto Mancini, tramite l’avvocato Longari, aveva proposto alla moglie un assegno di mantenimento di 25 mila euro al mese, a fronte della richiesta di Federica Morelli di avere 166 mila euro mensili. Il giudice ha invece stabilito, appunto in via temporanea, la somma di 40 mila euro.

E sul fronte giudiziario non è finita qui per il tecnico nerazzurro: era attesa per oggi ma è slittata al prossimo 13 aprile la decisione del gup di Roma sulla richiesta di rinvio a giudizio per l’allenatore dell’Inter, Roberto Mancini e per altre tre persone, tra cui l’imprenditore Marco Mezzaroma. L’accusa per tutti è di bancarotta per il fallimento, per circa due milioni di euro, della società Img. La decisione è stata rinviata perché si è in attesa della motivazione di un provvedimento adottato dalla corte di cassazione. Mancini e Mezzaroma, secondo l’impianto accusatorio del pm Stefano Rocco Fava, sarebbero coinvolti nel fallimento in via indiretta non avendo quote della società fallita.

Il loro legame, scrive l’Ansa, è connesso alla società ‘Mastro’ di cui sono soci, specializzata nel campo della costruzione e vendita di immobili. Per la procura a Mancini e Mezzaroma, sarebbero giunti assegni bancari provenienti dalla Img. La vicenda giudiziaria si concentra sull’attività svolta tra il 2006 e il 2009 quando i bilanci della Img sarebbero stati prosciugati attraverso un giro di fatturazioni nate da operazioni fittizie.

Immagine 1 di 21
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri (d) e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale di Coppa Italia, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA/ TV/ Frame da Rai 1Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri (d) e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale di Coppa Italia, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA/ TV/ Frame da Rai 1
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri (d) e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale di Coppa Italia, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA/ TV/ Frame da Rai 1
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri (d) e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale di Coppa Italia, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA/ TV/ Frame da Rai 1
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA / PRIMA PAGINA
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA / PRIMA PAGINA
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA / PRIMA PAGINA
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA / PRIMA PAGINA
  • L'allenatore dell'Inter Roberto Mancini lascia il campo, dopo il diverbio a presunto sfondo omofobico con l'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA / PRIMA PAGINA
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri (d) e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale di Coppa Italia, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA/ TV/ Frame da Rai 1
  • La rabbia di Mancini dopo l'espulsione Foto LaPresse - Gerardo Cafaro 19/01/2016
  • Mancini Foto LaPresse - Gerardo Cafaro 19/01/2016
  • Maurizo Sarri
  • Sarri nella foto LaPresse
  • Foto LaPresse
Immagine 1 di 21
Immagine 1 di 21
  • Inter, lite Mancini-Jovetic: tensione dopo sconfitta LazioInter - Carpi, Mancini (LaPresse)
  • Mancini nella foto LaPresse
  • Mancini nella foto LaPresse
  • Mancini nella foto LaPresse
  • Mancini nella foto LaPresse
  • Roberto Mancini
  • Sneijder consegna "pizzino" a Mancini
  • Roberto Mancini (Foto Ansa)
  • Mancini nella foto LaPresse
  • Roberto Mancini
  • Roberto Mancini e Antonio Conte (LaPresse)
Immagine 1 di 21