Blitz quotidiano
powered by aruba

Roberto Mancini, “ecco perché è nervoso. A casa sua…”

Damascelli mostra di avere una teoria con cui spiegare il nervosismo di Mancini.

MILANO – Tony Damascelli, giornalista sportivo de Il Giornale, va contro Roberto Mancini. Già prima del derby perso dall’Inter, il giornalista lo aveva criticato per la formazione. Damascelli colpisce nel corso di Tutti Convocati, la trasmissione di Radio 24, dove lo accusa in primis di essere un

“buon allenatore, certo non un grande allenatore”.

Poi lo infilza affermando che “è nato con la camicia” e spiegando che, in buona sostanza,

“non cade perché è protetto”.

Dopo la polemica con Sarri e le sceneggiate al derby (dito medio ai tifosi del Milan), Damascelli mostra di avere una teoria con cui spiegare il nervosismo di Mancini.

“Un’inchiesta, una vecchia inchiesta che in questi giorni gli dà molto fastidio. Si porta in campo grossi problemi che ha a casa” (un riferimento, si suppone, alla recente causa intentata dall’ex moglie).

Immagine 1 di 14
  • Mikaela Calcagno e ManciniMikaela Calcagno e Mancini
  • Mancini
  • Mancini a Icardi: "Io a 50 anni segnavo"
  • Roberto Mancini contro Alessio Da Ronch: "Mai detto frocio"
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri (d) e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale di Coppa Italia, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA/ TV/ Frame da Rai 1
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri (d) e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale di Coppa Italia, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA/ TV/ Frame da Rai 1
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri (d) e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale di Coppa Italia, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA/ TV/ Frame da Rai 1
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA / PRIMA PAGINA
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA / PRIMA PAGINA
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA / PRIMA PAGINA
  • L'allenatore dell'Inter Roberto Mancini lascia il campo, dopo il diverbio a presunto sfondo omofobico con l'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA / PRIMA PAGINA
  • Un momento del diverbio tra gli allenatori di Napoli e Inter, Maurizio Sarri (d) e Roberto Mancini, negli ultimi minuti della partita di Coppa Italia valida per i quarti di finale di Coppa Italia, vinta dall'Inter 2-0 al San Paolo di Napoli, 19 gennaio 2016. ANSA/ TV/ Frame da Rai 1
Immagine 1 di 14