Blitz quotidiano
powered by aruba

Isis vuole uccidere Diego Armando Maradona: stampa argentina

BUENOS AIRES – Isis vuole uccidere Diego Armando Maradona? Se lo chiede, non senza una certa apprensione, la stampa argentina. E se lo chiede non si sa bene in base a quali elementi. I fatti accertati, in realtà, sono abbastanza scarni. Il resto è deduzione, difficile dire quanto fondata.

Di certo c’è che Diego Armando Maradona vive a Dubai. Di certo c’è che si occupa di calcio, di promozione del calcio nel paese arabo. Di certo c’è anche che lo Stato Islamico il gioco del pallone non lo digerisce proprio.

Tutto il resto è deduzione della stampa argentina: la conclusione di un sillogismo un po’ sconclusionato. Poi è indubbio, dal punto di vista dell’impatto mediatico un eventuale attentato ai danni di Maradona avrebbe una enorme eco mondiale. Così i quotidiani argentini spiegano in massa che secondo una non meglio precisata fonte diplomatica (sarà la stessa per tutti?)  sarebbero state innalzate le misure di sicurezza per l’ex giocatore del Napoli che vive a Dubai.

Il problema è che poi, andando a leggere i pezzi dentro non c’è nient’altro. Nessuna informazione in più. Un quando, un dove, un perché. E allora il sospetto che sia stato fabbricato un titolo ad arte per ottenere visibilità è abbastanza fondato. E in effetti da Maradona e dal suo entourage non arriva l’ombra di un commento. Neppure loro sembrano aver preso sul serio la storia delle minacce di morte firmate Isis.

Immagine 1 di 6
  • Maradona contro Blatter e Platini: 'due ladri' FOTO
  • Diego Armando Maradona (LaPresse)
  • Diego Armando Maradona (foto Ansa)
Immagine 1 di 6