Blitz quotidiano
powered by aruba

Italia-Irlanda 0-1, Brady. Foto, video, Highglights

LILLE –  Un gol di Brady al minuto 84 porta in paradiso l’Irlanda e punisce una brutta Italia con una sconfitta che fa male il giusto: per gli Azzurri già qualificati come primi, non cambia nulla. Conte voleva una prova di forza, voleva la personalità e voleva la vittoria. Non si è visto nulla di tutto questo: l’Italia è apparsa molle e svogliata, ha a lungo subito un avversario tecnicamente inferiore.

Solo Insigne, entrato nella ripresa, ha provato ad accendere gli Azzurri, ma il suo tiro si è stampato sul palo. Poi il gol di Brady che qualifica l’Irlanda e più che noi fa piangere i turchi che proprio all’Irlanda devono cedere l’ultimo posto utile come “migliore terza”.

Italia-Irlanda 0-1, Brady all’84mo.  TUTTE LE INFORMAZIONI SU EURO 2016: Gironi, dirette Rai, formazioniCalendario, tabellone, date, orari partite – GIRONE E: CLASSIFICA E RISULTATI.

Di seguito le formazioni ufficiali di Italia-Irlanda.
ITALIA (3-5-2): Sirigu; Barzagli, Bonucci, Ogbonna; Bernardeschi, Sturaro, Thiago Motta, Florenzi, De Sciglio; Zaza, Immobile. Ct. Conte
IRLANDA (4-4-1-1): Randolph; Coleman, Duffy, Keogh, Ward; Hendrick, McClean, McCarthy, Brady; Murphy; Long. Ct. O’Neill.

L’Italia che sovverte ogni pronostico e accende i sogni dei tifosi, colorandoli d’azzurro, è una squadra che subisce poco o niente e corre più degli altri. Il primato nel Gruppo E della formazione di Antonio Conte viene certificato dall’Uefa che, grazie a statistiche inoppugnabili, suggella l’alto rendimento della Nazionale, che esibisce una difesa impenetrabile ed è formata da giocatori che corrono più degli altri. La difesa, innanzi tutto: Buffon e compagni non subiscono gol da quattro partite consecutive, partendo dalle due amichevoli antecedenti l’Europeo, contro Scozia e Finlandia, e proseguendo nel cuore del torneo contro Belgio e Svezia.

Assieme alla Nazionale guidata da Conte, però, c’è pure la Francia che affianca i cugini azzurri in un’altra particolare statistica: è la squadra che ha subito meno tiri in porta, nelle prime due partite di qualificazione. Ma il merito dell’Italia è indiscutibile, soprattutto se rapportato alla forza dei due avversari che ha dovuto affrontare.

Gli azzurri, a differenza dei Bleus, hanno dovuto fronteggiare fior di campioni: qualche nome? Hazard, De Bruyne, Ibrahimovic, pezzi da novanta del calcio europeo e mondiale. Eppure, i tiri nello specchio della porta difesa da Gigi Buffon sono col contagocce: due in tutto, addirittura zero nella vittoria sulla Svezia, a Tolosa. La statistica dell’Uefa rivela come solo la Francia, finora, sia riuscita a imitare l’Italia nelle prime due partite del torneo, subendo appena due tiri nello specchio della porta.

Ma, con tutto il rispetto per Romania e Albania, entrambe protagoniste di grandi prestazioni contro i padroni di casa, il livello degli attaccanti affrontati dagli azzurri è di ben’altra consistenza. Italia solida in difesa e molto dotata nella corsa, grazie al rendimento fisico-atletico di un organico che si è presentato all’Europeo in condizioni smaglianti. Gli azzurri hanno in Marco Parolo ed Emanuele Giaccherini due giocatori senza… freni. Sono loro gli azzurri che hanno corso più di tutti, con il bolognese sul gradino più alto del podio. Al terzo posto Antonio Candreva.

Gli azzurri, contro la Svezia, non hanno coperto una distanza da record come contro il Belgio nel debutto di Lione, ma anche questa volta sono andati ben oltre la media, con 113,6 km totali, contro i 108,3 degli scandinavi; il finale in crescendo testimonia come la condizione sia invidiabile. Il che fa ben sperare Conte in prospettiva. Nel dettaglio emerge il dinamismo degli azzurri, con Giaccherini che ha ricoperto 11.957 metri contro la Svezia, Parolo 11.877, Candreva 11.601, Eder 10.974, Chiellini 10.208. Contro il Belgio, i cinque giocatori che avevano macinato più metri erano stati Parolo, con 12.570, Giaccherini (12.374), Candreva (11.375), Pellé (11.172) e Chiellini (10.924). Se è vero che nel calcio moderno spesso vince chi corre di più, allora l’Italia può continuare a sognare.

VIDEO Il gol di Brady

VIDEO Palo clamoroso di Insigne

 

VIDEO Thiago Motta che errore pazzesco!!

VIDEO Fabio Caressa e la nebbia che vede solo lui…

VIDEO Dribbling folle portiere Eire

 

Immagine 1 di 44
  • Italia-Svezia 1-0: FOTO e highlights. Italia agli ottavi ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • Festa azzurra su sfondo giallo EPA/ARMANDO BABANI
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • ANSA
  • I due Ct: Erik Hamren e Antonio Conte EPA/ARMANDO BABANI
  • ANSA/ DANIEL DAL ZENNARO
  • ANSA/ DANIEL DAL ZENNARO
  • EPA/RUNGROJ YONGRIT
  • EPA/ARMANDO BABANI
  • EPA/VASSIL DONEV
  • EPA/ARMANDO BABANI
  • EPA/RUNGROJ YONGRIT
  • EPA/KHALED ELFIQI
  • EPA/KHALED ELFIQI
  • EPA/FEHIM DEMIR
  • EPA/ARMANDO BABANI
  • EPA/FEHIM DEMIR
  • EPA/ARMANDO BABANI
  • EPA/ARMANDO BABANI
  • EPA/VASSIL DONEV
  • EPA/ARMANDO BABANI
  • EPA/ARMANDO BABANI
  • EPA/VASSIL DONEV
  • Due amanti delle "bionde" EPA/ARMANDO BABANI
  • EPA/RUNGROJ YONGRIT
  • ANSA
  • EPA/ARMANDO BABANI
  • EPA/VASSIL DONEV
  • Tifosa svedese EPA/RUNGROJ YONGRIT
Immagine 1 di 44
Immagine 1 di 21
  • Emanuele Giaccherini supera Thibaut Courtois EPA/MAST IRHAMEmanuele Giaccherini supera Thibaut Courtois EPA/MAST IRHAM
  • Gigi Buffon EPA/CJ GUNTHER
  • Emanuele Giaccherini supera Thibaut Courtois EPA/CJ GUNTHER
  • Graziano Pellè esulta per il gol del 2-0 EPA/CJ GUNTHER
  • Graziano Pellè EPA/YURI KOCHETKOV
  • Tifoso indeciso EPA/SERGEY DOLZHENKO
  • Emanuele Giaccherini supera Thibaut Courtois EPA/CJ GUNTHER
  • Graziano Pellè segna il 2-0 EPA/SERGEY DOLZHENKO
  • EPA/ROBERT GHEMENT
  • EPA/MAST IRHAM
  • Graziano Pelle esulta dopo il 2-0 EPA/ROBERT GHEMENT
  • Emanuele Giaccherini segna l'1-0 EPA/CJ GUNTHER
  • Graziano Pellè segna il 2-0 EPA/MAST IRHAM
  • EPA/ROBERT GHEMENT
  • EPA/YURI KOCHETKOV
  • EPA/SERGEY DOLZHENKO
  • EPA/CJ GUNTHER
  • Buffon un attimo prima di spaccarsi la schiena per esultare EPA/SERGEY DOLZHENKO
  • Italiani versione Mario Bros EPA/MAST IRHAM
  • EPA/YURI KOCHETKOV
  • Giaccherini esuta dopo aver segnato l'1-0 EPA/ROBERT GHEMENT
Immagine 1 di 21