Blitz quotidiano
powered by aruba

Italia-Spagna, Insigne-Motta promossi. Eder-Astori bocciati

UDINE – Italia-Spagna ha offerto tanti spunti d’interesse al ct Antonio Conte. Lorenzo Insigne è entrato in campo al 6′ del secondo tempo e ha cambiato la partita con un gol e tante giocate interessanti. Buon debutto anche per Bernardeschi. Promosso, a pieni voti, il centrocampista Thiago Motta che ha recuperato numerosi palloni nella zona mediana del campo ed è stato molto positivo in fase d’impostazione. Male Eder, l’attaccante è stato protagonista di una prestazione incolore sulla falsariga di quello che avviene ultimamente con la maglia dell’Inter.
Gara sottotono anche per Davide Astori, che ha commesso diversi errori in difesa, e per Gigi Buffon, non perfetto in occasione della rete siglata da Aduriz.

Pagelle e tabellino / Italia-Spagna 1-1 (0-0) in una partita amichevole di preparazione a Euro 2016. ITALIA (3-4-3): Buffon 5.5, Darmian 6, Bonucci 6, Astori 5.5, Florenzi 6 (44′ st De Silvestri sv), Thiago Motta 6.5, Parolo 6 (44′ st Jorginho sv), Giaccherini 7 (34′ st Antonelli 6), Candreva 6.5 (15′ st Bernardeschi 6.5), Pellè 6 (15′ st Zaza 6), Eder 5 (6′ st Insigne 7). (27 Perin, 12 Sirigu, 15 Acerbi, 13 Ranocchia, 25 Rugani, 18 Montolivo, 21 Soriano, 28 Bonaventura, 22 El Shaarawy, 20 Okaka, 7 Zaza). All.: Conte 7.

SPAGNA (4-3-3): De Gea 7, Juanfran 5.5 (34′ st Jordi Alba sv), Pique’ 6, Sergio Ramos 6 (1′ st Koke 5.5), Azpilicueta 5.5, San Josè 5.5, Thiago Alcantara 6 (15′ st Isco 5.5), Fabregas 5.5, Mata 5 (1′ st Nacho 5), Aduriz 6.5 (25′ st David Silva 5), Morata 6 (41′ st Paco Alcacer sv) (1 Casillas, 23 Sergio Rico, 19 Mario, 4 Bartra, 25 Sergi Roberto, 11 Pedro, 24 Nolito, 21 Silva). All.: Del Bosque 6 Arbitro: Deniz Aytekin (Ger) 6. Reti: nel st 23′ Insigne, 25′ Aduriz. Angoli: 6 a 3 per l’Italia Recupero: 0 e 3′ Note: ammoniti Thiago Motta, Parolo, Pique’, Fabregas per gioco falloso; spettatori 25 mila.

*** I GOL: 23′ st: Florenzi da destra apre per Bernardeschi, dal centro cambio gioco a sinistra dove Giaccherini arriva in corsa e mette al centro, spunta Insigne per la deviazione a rete, tutto di prima. 25′ st: punizione di Fabregas, sulla schiacciata di testa di Morata partita in fuorigioco Buffon non trattiene e da due passi Aduriz pareggia.

“Ho avuto dall’Italia le risposte che volevo: la prestazione mi è piaciuta, ma io voglio vincere e stasera abbiamo solo pareggiato”: subito dopo l’amichevole con la Spagna Antonio Conte ha analizzato prestazione e punteggio del test verso l’Europeo. “Abbiamo preso ancora una volta un gol su calcio da fermo, anche se mi dicono che Morata ha colpito in fuorigioco – ha sottolineato il ct azzurro – Gli italiani però possono stare tranquilli: in Francia saremo squadra, daremo tutto e vedrete che qualcosa succederà”. In tribuna due spettatori ‘particolari': il dg del Chelsea, prossimo club di Conte, e Fabio Capello, che prima della partita ha ribadito il suo no “irremovibile” all’ipotesi nazionale, negando persino di poter incontrare Tavecchio. Il quale da parte sua è abbottonatissimo: “Se vedrò Capello? Come tanti altri”, aveva detto il presidente Figc stamattina negando di aver alcunché da chiarire con Conte dopo le sue parole sull’addio all’azzurro. Così il toto-panchina azzurra impazza: da Mazzarri a Mancini i nomi sono tanti e c’è anche una soggezione Pioli. L’Italia, ai punti, avrebbe meritato la vittoria più della Spagna. La prestazione dei ragazzi di Conte ha convinto e strappato gli applausi del ‘Friuli’. Un segnale che lascia ben sperare in vista di Euro 2016. “Sono contento della prestazione perché sul campo i ragazzi hanno rispettato le indicazioni raccolte in questi tre giorni – ha detto Conte in conferenza stampa – e non ci vedevamo da quattro mesi, con un sistema mai provato. Se uno può lavorare, evidentemente qualche frutto lo raccoglie. Ma con questa esperienza ho imparato a ottimizzare tutti i secondi. E’ una full immersion quando vengono i ragazzi”. Pronostici sull’Europeo non ne fa, il Ct, ma di una cosa si dice certo: “Andiamo a giocarcelo e non ci saranno rimpianti. Non poniamoci obiettivi particolari e vediamo dove arriviamo. Nessuno è contento di affrontare l’Italia. E’ una squadra ostica, che in tornei del genere si è sempre fatta rispettare”. Ora la sua Nazionale è attesa dalla Germania, un test ancor “più difficile, affrontiamo i campioni del Mondo”. Dopo l’1-1 con la Spagna c’è rammarico “perché oggi potevamo vincere”, ma anche soddisfazione “perché, nonostante ci fossero assenze importanti, ho avuto delle buonissime risposte. Ho visto una squadra che nel giro di tre giorni ha giocato a memoria”, aggiunge Conte, per poi soffermarsi sui singoli, Bernardeschi e Insigne. “Mi auguro continuino a fare bene ed a meritarsi la fiducia. Insigne? Non c’era nessun problema, ma volevo che il ragazzo conoscesse il mio pensiero per quanto accaduto. Sta facendo molto bene in campionato. Ora sta a lui continuare a meritarsi questa fiducia”.

Immagine 1 di 5
  • Italia-Spagna 1-1 (foto Ansa)Italia-Spagna 1-1 (foto Ansa)
  • Italia-Spagna 1-1 (foto Ansa)
  • Italia-Spagna 1-1 (foto Ansa)
  • Italia-Spagna 1-1 (foto Ansa)
  • Italia-Spagna 1-1 (foto Ansa)
Immagine 1 di 5

 

Immagine 1 di 5
  • Antonio Conte (foto Ansa)Antonio Conte (foto Ansa)
  • Antonio Conte (foto Ansa)
  • Antonio Conte (foto Ansa)
  • Antonio Conte (foto Ansa)
  • Antonio Conte (foto Ansa)
Immagine 1 di 5

Italia-Spagna, azzurri in vantaggio con Lorenzo Insigne (video).

Italia-Spagna, pareggio dei campioni d’Europa in carica con Aduriz (video).