Blitz quotidiano
powered by aruba

Ivan Kaviedes, ex “inseminator” del Perugia: Tso per disintossicarlo da droghe

PERUGIA – Sui campi di calcio della serie A non ha lasciato esattamente un ricordo indelebile. Ivan Kaviedes, ex centravanti del Perugia, ora però se la passa decisamente peggio. Scrivono i giornali dell’Ecuador, paese in cui è nato 38 anni fa e dove è tornato a fare il calciatore dopo aver girato mezzo mondo, è stato trascinato contro la sua volontà in un ospedale per un trattamento di disintossicazione da non meglio precisati stupefacenti.

Un vero e proprio Tso per il centravanti che nel 1998 arrivò a Perugia con tante speranze. L’anno prima, in Ecuador, aveva segnato 43 gol in appena 34 partite. A Perugia non andò benissimo: solo 14 apparizioni e la miseria di 3 gol prima della cessione in Spagna. Più che altro Kaviedes passò alla storia per le sue imprese fuori dal campo. A Perugia lo soprannominarono “inseminator” visto che, dice la leggenda, le sue gesta sotto le lenzuola furono decisamente superiori a quelle in campo.

Ora quest’ultima brutta storia che arriva dall’Ecuador senza troppi dettagli. Si parla di un trasferimento coatto in una struttura ospedaliera e di un ricovero minimo di 12 giorni. Anche a vedere la foto messa dal sito ecuadoreno, il fisico di “inseminator” non sembra essere quello di uno straordinario atleta.

Immagine 1 di 6
  • Ivan Kaviedes, ex "inseminator" del Perugia: Tso per disintossicarlo da droghe7
Immagine 1 di 6