Sport

Jady Duarte: “Usain Bolt a letto non è veloce…”

Jady Duarte: "Usain Bolt a letto non è veloce..."

Jady Duarte: “Usain Bolt a letto non è veloce…”

Jady Duarte: “Usain Bolt a letto non è veloce…”. Come scrive Dagospia, citando Ben Ashford, Ruth Styles e Matt Roper per Daily Mail, Jady Duarte ha raccontato come è andata la sua notte con Usain Bolt. Lui festeggiava i 30 anni e le medaglie d’oro alla discoteca “All In” di Rio, aveva già baciato una brunetta e twerkato con una carioca sul palco, quando notò Jady. Lo sprinter le mostrò gli addominali: «Mai vista una cosa simile. Ero così attratta dagli addominali che non mi ero accorta si trattasse di Bolt». Il quale poi mandò in spedizione la sua guardia del corpo. Lei non accettò subito, le sembrava incredibile che avesse scelto proprio lei, in mezzo a tante ragazze più belle, e poi voleva tenerlo sulle spine.
La guardia del corpo la raggiunse di nuovo: «Perché non lo stai seguendo? E’ Usain Bolt!». Il giamaicano sorrise, fece il gesto della vittoria, a quel punto lo riconobbe e crollò. Sul taxi le diede il primo bacio. Lo seguì al villaggio atleti, passarono il controllo sicurezza senza che nessuno chiedesse i documenti.

 

2x1000 PD

Ricorda la Duarte: «Mi sembrava strano che non mi portasse in un hotel costoso, ma va bene così, ci siamo baciati tutto il tempo fino all’arrivo. La stanza era ordinata ma aveva due letti singoli e così piccoli che i suoi piedi fuoriuscivano. Mi ha chiesto di fare s…o usando il traduttore di Google, poi ha messo su “Work” di Rihanna e ci siamo divorati. Ha un corpo da campione. E’ un tipo passionale, ma le sue misure  non coincidono alla sua stazza, sono quelle di un ragazzo normale».

Hanno fatto s…o due volte, per un’ora ogni volta. Sarà pure l’uomo più veloce del mondo, ma a letto è più un maratoneta: «Mi aspettavo fosse veloce, invece è stato il s…o più letto della mia vita. E’ durato 40minuti poi si è fermato un paio di minuti e ha ricominciato».

 

Sono rimasti a dormire insieme abbracciati fino alle 9 del mattino. Poi Bolt ha allungato una banconota da 100 euro per il taxi. La ragazza, senza lavoro e madre di due bambini, è la vedova del boss della droga della favela ucciso lo scorso marzo. Bolt le ha promesso che si sarebbero rivisti ancora a settembre, durante le Paralimpiadi, ma a Londra l’ha già rimpiazzata: «E’uno che prende tante donne quante medaglie», dice la Duarte.

 

A mucchi. Nella capitale inglese si è portato in albergo varie signorine. Prima, lunedì, le due formose incontrate al club “Cirque le Soir”, che raccontano: «Non voleva fare festa e ci ha invitate in hotel per un afterparty». Martedì arriva in discoteca in taxi, accompagnato da una brunetta in vestito striminzito, e torna in albergo da solo, ma seguito da un altro taxi zeppo di donne (pare sei) che sono rimaste con lui fino al mattino.

 

Che dice la sua fidanzata Kasi Bennett? Non sembra vacillare. Ha messo mi piace sui commenti social tipo: «Quando la tua ragazza è Selfridges e la tradisci con Primark” o «Hai scambiato la tua vita con una dea per una notte con qualcuno che nemmeno le si avvicina». La sorella di Bolt dice che la coppia è solida e resterà unita. Per quanto ne so, non l’ha mai tradita prima. E’ contrario a cose simile».

To Top