Blitz quotidiano
powered by aruba

James Hunt, il figlio: “Quella volta che mio padre andò con 35 hostess…”

ROMA – James Hunt, l’ex campione della Formula 1 morto nel 1993, era noto per essere un play boy tanto da avere cucino sulla sua tuta la scritta: “Il la prima colazione dei campioni”.

In occasione della pubblicazione di un suo libro che ripercorre tutti i suoi successi, 10 gp vinti e un mondiale, il figlio Freddie ha raccontato un episodio piccante riguardo suo padre: “Mio padre nel 1976 ha fatto una vera e propria maratona di con 35 hostess nell’el Hilton di Tokyo, il giorno dopo dovevano imbarcasi in aereo ed erano distrutte”.

“Sono sicuro che mio padre abbia avuto centinaia, anzi migliaia di donne – ha continuato Freddie – era davvero un bel ragazzo e si è goduto la vita.” Poco prima dell’episodio in Giappone James Hunt era stato beccato a fare in un garage all’aperto mentre era visibilmente ubriaco. Stile di vita poco consono ad un atleta ” fumava troppo, beveva troppo, fumava erba e qualche volta ha preso anche qualche pillola”.

 


TAG: