Blitz quotidiano
powered by aruba

Jorge Lorenzo, frecciatina a Valentino Rossi: “Le gomme…”

ROMA – Jorge Lorenzo, reduce dal suo peggior week end stagionale e uno dei più brutti in carriera, fa il punto del mondiale: “Non ho la sfera di cristallo e non so cosa succederà – dice Jorge a ‘Marca’ -, ma so che in questo momento Marquez è favorito perché ha 24 punti di vantaggio e, se nel 2014 la Honda era più competitiva, ora è lui che ci sta mettendo molto del suo. Io se non colleziono più zeri e non disputo altri brutti GP posso lottare per il titolo fino alla fine: si deve cercare un compromesso fra il commettere meno errori e salire sempre sul podio”.

Il maiorchino ad Assen ha palesato il suo volto peggiore, con un 10° posto in agonia: “Dopo due vittorie nelle ultime due gare le cose si sono un po’ complicate: al Montmelò sono caduto, mentre ad Assen non abbiamo trovato il set-up giusto ed è stato un disastro, sia sul bagnato, sia sull’asciutto. È stato uno dei miei peggiori weekend, ma sono comunque riuscito a raccogliere 6 punti e sono gare che ti fanno crescere in esperienza. Anche imparare a perdere è importante”. Poi Lorenzo analizza altri due fattori, le gomme e il ‘coach’: “I pneumatici stanno svolgendo un ruolo determinante in questo mondiale e quanto a un coach alla Cadalora, come ha Rossi, non so se sia fondamentale, anche se in alcuni momenti può essere utile. Io sono stato fra i primi ad avere una figura simile con Debon e poi Wilco Zeelenberg”.