Blitz quotidiano
powered by aruba

Juventus – Napoli, formazioni ufficiali: Khedira titolare

TORINO – Juventus – Napoli. Formazioni ufficiali della sfida scudetto dello Stadium.

Juventus (4-4-2): Buffon, Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra, Cuadrado, Khedira, Marchisio, Pogba, Dybala, Morata.
A disposizione: Neto, Rubinho, Rugani, Romagna, Alex Sandro, Padoin, Sturaro, Hernanes, Pereyra, Zaza, Favilli.

NAPOLI (4-3-3): 
Reina; Hysaj, Albiol, Kouibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Insigne, Higuain, Callejon. All. Sarri.

Ci sono partite più importanti di Juve-Napoli, … tutte quelle che vengono dopo. Massimiliano Allegri cerca di smorzare la tensione, l’attesa del faccia a faccia con la capolista alla quale i bianconeri vorrebbero soffiare il primato. “La partita  – dice – va affrontata con serenità, senza ansia da prestazione: il nostro obiettivo è il primo posto il 16 maggio.

Juventus-Napoli è importante e sarà una bella partita, in chiave tattica e tecnica, ma non deciderà il campionato. Dopo ci saranno ancora 39 punti a disposizione: ci toccherà il Bologna, oltre all’amichevole con il Bayern. E poi l’Inter e poi altre partite”. Sorride e scherza il tecnico bianconero (“so che non è un’amichevole, scherzavo”, precisa più tardi), sfoggiando una serenità che vacilla solo quando si parla di Chelsea: “Il mio futuro non destabilizza l’ambiente – la risposta piccata del tecnico – quello che è stato scritto non è assolutamente vero, non capisco cosa dovrei smentire. Siamo professionisti, devo pensare alla Juventus e lo sto facendo.

Il mio futuro è qui”. Concentrazione massima per bloccare il miglior attacco della Serie A: “Il Napoli sta disputando un grande campionato dimostrando tutto il suo valore. E’ cresciuto, come è cresciuta la Juventus. Ma senza nulla togliere agli avversari, all’andata regalammo due gol con nostri errori gratuiti, avendo poi le occasioni per pareggiare. La differenza tra le due squadre si può riportare a quella partita: abbiamo chiuso l’andata con tre punti in meno rispetto allo scorso campionato e sono quelli dello scontro diretto”.

Osservato speciale il centravanti azzurro Higuain, autore di 24 gol in altrettante partite: “Sta disputando la miglior stagione della sua carriera – osserva il tecnico bianconero – se continua di questo passo arriva a 40. Certo è difficile marcarlo, ma non mi preoccupo solo di lui. Il Napoli sta giocando molto bene di squadra, ha giocatori di caratura internazionale, Sarri non ha bisogno dei miei complimenti, sta facendo qualcosa di straordinario.

Al suo arrivo a Napoli era stato massacrato un po’ da tutti, ha dimostrato con il lavoro di essere un ottimo allenatore”. La Juventus a caccia del quinto scudetto consecutivo, il Napoli del terzo titolo, ventisei anni dopo l’ultimo trionfo: “Non so quanto valga lo scudetto a Napoli – prosegue Allegri – ma se noi dovessimo vincere il quinto di fila, entreremmo nella storia: quello deve essere il nostro obiettivo. Lo ricordo ogni tanto ai miei giocatori: immaginatevi il 16 maggio con lo scudetto vinto, quello deve essere il nostro obiettivo”. Ritorna tra i convocati di Khedira, recuperato dal problema muscolare, ma il suo impiego dal 1′ resta in dubbio; quasi certo il passaggio alla difesa a quattro, con Lichtsteiner ed Evra sulle fasce e la coppia Bonucci-Barzagli al centro, vista l’assenza di Chiellini. A centrocampo linea a quattro formata da Cuadrado, Khedira (“se dovesse essere pronto giocherà, è molto importante per noi”), Marchisio e Pogba, mentre in attacco Dybala dovrebbe far coppia con Morata, anche se Zaza scalpita e potrebbe rappresentare la vera sorpresa della partita.

Immagine 1 di 26
  • Gonzalo Higuain nella foto AnsaGonzalo Higuain nella foto Ansa
  • Gonzalo Higuain nella foto Ansa
  • Gonzalo Higuain nella foto Ansa
  • Gonzalo Higuain nella foto Ansa
  • Gonzalo Higuain nella foto Ansa
  • Gonzalo Higuain nella foto Ansa
  • Gonzalo Higuain nella foto Ansa
  • Higuain nella foto Ansa
  • Juventus - Napoli, Sarri nella foto Ansa
  • Juventus, Allegri nella foto Ansa
  • Juventus, Allegri nella foto Ansa
  • Juventus, Allegri nella foto Ansa
  • Juventus, Allegri nella foto Ansa
  • Juventus, Allegri nella foto Ansa
  • Juventus, Allegri nella foto Ansa
  • Allegri nella foto Ansa
  • Allegri nella foto Ansa
  • Allegri nella foto Ansa
  • Allegri nella foto Ansa
  • Allegri nella foto Ansa
Immagine 1 di 26