Blitz quotidiano
powered by aruba

Juventus – Roma 1-0, Dybala risponde a Napoli: gol decisivo

TORINO – Juventus – Roma 1-0, gol: Paulo Dybala 77′. Posticipo della ventunesima giornata del campionato italiano di calcio di Serie A.

La Juventus batte la Roma si mantiene a due punti dalla capolista Napoli ed “elimina” i giallorossi dalla corsa allo scudetto. La squadra di Luciano Spalletti è indietro di 10 punti rispetto alla Juventus ed al momento occupa il quinto posto in classifica.

Partita non semplice per la Juventus che ha impiegato 80 minuti per scardinare il “catenaccio” della Roma. Decisiva una palla persa da Alessandro Florenzi che Paulo Pogba ha trasformato in oro con un assist al bacio per Paulo Dybala che ha insaccato con un diagonale con il sinistro.

“Noi abbiamo fatto una buona partita, abbiamo concesso poco dovevamo osare di più, altrimenti contro questi avversari diventa difficile vincere il confronto. In questo momento non siamo aiutati dal morale che è a terra e anche le gambe ne risentono. Dobbiamo fare qualcosa in più, abbiamo fatto qualcosa di positivo ma troppo poco”. E’ un Luciano Spalletti deluso quello che, dai microfoni di Premium Sport, commenta la sconfitta della Roma sul campo della Juventus. “Non abbiamo provato a vincerla, era un partita più importante di tutte le altre – dice ancora il tecnico dei giallorossi -. L’aspetto psicologico è fondamentale, in questo momento manca l’entusiasmo e l’autostima. Dobbiamo avere più coraggio nelle giocate. In questi cinque mesi dovremmo lavorare molto e non deve mai mancare il sacrificio. Ancora possibile un posto per la Champions? Guardo la classifica e finisce lì. Io voglio solo ritrovare e rialzare il morale della squadra per far sì che possa tornare a vincere le partite”. Poi un accenno al calciomercato. “Arriveranno un difensore e un esterno alto? E’ così, noi abbiamo bisogno di un difensore centrale e poi di uno o due giocatori davanti – dice Spalletti -, giocatori che saltino l’uomo e che sappiano creare giocate importanti. Perotti ha delle qualità ma non è il solo. Facciamo lavorare la società”.

“Mi aspettavo qualcosa di più, pensavo di poter fare qualcosa di meglio. Ci mancano delle qualità e delle caratteristiche che sono fondamentali, finché non le avremo recuperate è inutile parlare di classifica”. Anche ai microfoni di Skysport Spalletti non ha nascosto che si aspettava qualcosa di più dalla sua Roma sul campo della Juventus. “Per certi aspetti siamo stati bene in campo, ordinati, anche troppo ordinati – ha aggiunto il tecnico -. Bisogna avere più coraggio, creare più occasioni, più strappi. Ci manca il supporto dell’entusiasmo che in un ambiente come quello di Roma può essere fondamentale. Però ce lo dobbiamo trovare da soli.

La classifica marcatori del campionato italiano di calcio di Serie A.

– 21 reti: Higuain (1 rigore-Napoli). – 12 reti: Dybala (Juventus), Eder (3-Sampdoria)

– 10 reti: Ilicic (5-Fiorentina) e Kalinic (Fiorentina); Pavoletti (Genoa); Bacca (Milan).

– 9 reti: Maccarone (Empoli); Insigne (Napoli) – 8 reti: Paloschi (Chievo); Icardi (Inter) – 7 reti: Pjanic (1-Roma); Thereau (Udinese). – 6 reti: Destro (1-Bologna); Dionisi (Frosinone); Mandzukic (Juventus); Candreva (2-Lazio); Gervinho (Roma); Soriano (Sampdoria). – 5 reti: Gomez (Atalanta); Giaccherini (Bologna); Saponara (Empoli); Felipe Anderson (Lazio) ; Bonaventura (Milan); Hamsik (1-Napoli); Gilardino (Palermo); Salah (Roma); Quagliarella (1-Torino).

– 4 reti: Borriello (Carpi); Meggiorini (Chievo); Babacar (1-Fiorentina); D. Ciofani e Sammarco (Frosinone); Jovetic (1-Inter); Pogba (1-Juventus); Hiljemark (Palermo); Muriel (Sampdoria); Florenzi (Roma); Floccari (Sassuolo); Belotti e Baselli (Torino); D. Zapata (Udinese).

– 3 reti: Denis (1) e Pinilla (Atalanta); Mounier (Bologna); Birsa, Inglese (Chievo); Pucciarelli (Empoli); Gonzalo Rodriguez (Fiorentina); Gakpe (Genoa); Zaza e Khedira (Juventus); Biglia (1), Matri e Keita (Lazio); Luiz Adriano (Milan); Allan (Napoli); Vazquez (Palermo); Dzeko (2-Roma); Acerbi, Berardi (2), Floro Flores e Sansone e Falcinelli (Sassuolo); Maxi Lopez (1-Torino); Badu (Udinese); Pazzini (1) e Toni (2-Verona).

– 2 reti: Brienza, Masina e Rossettini (Bologna); Lollo (Carpi); Matos (Carpi); Castro e Pepe (Chievo); Buchel, Tonelli e Zielinski (Empoli); Alonso, Blaszczykowski, Borja Valero (Fiorentina); Blanchard (Frosinone); Dzemaili, Rincon, Laxalt e Suso (Genoa); Broizovic, Ljaijc e Perisic (Inter); Cuadrado (Juventus); Djordjevic, Lulic e Kishna (Lazio); Niang (1-Milan); Gabbiadini e Mertens (Napoli); Goldaniga, G.Gonzalez, Trajkovski (Palermo); Iago Falque e Sadiq (Roma); Zukanovic e Correa (Sampdoria); Defrel, (Sassuolo); Benassi e Bovo (Torino); Perica (Udinese); E. Pisano (Verona).

– 1 rete: Cherubin, Cigarini (1), D’Alessandro, De Roon, Maxi Moralez, Stendardo, Toloi (Atalanta); Donsah, Floccari, Gastaldello, Mancosu (Bologna); Pasciuti, Di Gaudio, Lasagna, Lazzari, Letizia, Mbakogu e Marrone (Carpi); Cesar, Dainelli, Hetemaj, Pellisier (Chievo); Krunic, Livaja, Paredes (Empoli); Badelj, Rebic, M. Suarez, Verdu, Roncaglia (Fiorentina); Ajeti, Diakite’, Frara, Paganini, Soddimo (Frosinone); Figueiras, Perotti (1) e Tachtsidis (Genoa); Biabiany, Felipe Melo, Guarin, Kondogbia, Medel, Murillo e Palacio (Inter); Bonucci, Lemina, Morata, Sturaro e Alex Sandro (Juventus); Milinkovic Savic, e Parolo (Lazio); Abate, Alex, Antonelli, Balotelli, Bertolacci, Boateng, Mexes, Zapata, Kucka (Milan); Albiol, Callejon (Napoli); Djurdjevic, El Kaoutari, Lazaar, Quaison, L. Rigoni (Palermo); De Rossi, Digne, Iturbe, Maicon, Manolas, Naiggolan, Totti, Rudiger (Roma); Cassano, Fernando e Ivan (Sampdoria); Falcinelli, Magnanelli, Missiroli, Pellegrini, Politano (Sassuolo); Acquah, Immobile, Moretti, Vives, Zappacosta (Torino); Di Natale e Lodi (Udinese); Helander, Gomez, Ionita, Jankovic, Moras, Pazzini (1), Viviani (Verona).

– 1 autorete: Toloi (Atalanta); Gamberini e Frey (Chievo); Ajeti (Frosinone); La Manna e Tachtsidis (Genoa); Murillo (Inter); Basta e Gentiletti (Lazio); Ely (Milan); G. Gonzalez e Vitiello (Palermo); Manolas (Roma); Moisander (Sampdoria); Padelli e Avelar (Torino); Marquez (Verona).

Immagine 1 di 7
  • Juventus - Roma, Pjanic e Chiellini nella foto LaPresseJuventus - Roma, Pjanic e Chiellini nella foto LaPresse
  • Juventus - Roma, Allegri nella foto LaPresse
  • Juventus - Roma, Allegri nella foto LaPresse
  • Juventus - Roma, Allegri nella foto LaPresse
  • Juventus - Roma, Allegri nella foto LaPresse
  • Juventus - Roma, Allegri nella foto LaPresse
  • Juventus - Roma, Allegri nella foto LaPresse
Immagine 1 di 7