Blitz quotidiano
powered by aruba

Bayern-Juve: “Qui è la fine!”. Tweet rimanda ad Auschwitz

MONACO – Un tweet con un binario che lascia alle porte dell’Allianz Arena (lo stadio del Bayern Monaco) sulle quali si erge un Neuer gigante, il motto della Juve “Fino alla fine” cancellato da una croce e la frase-sentenza “Qui è la fine!”. Il profilo Twitter ufficiale del Bayern apre, forse in maniera troppo arrogante e presuntuosa, la giornata della supersfida di Champions League, con un’immagine che a molti ha ricordato però quella dei binari che terminavano all’interno dei campi di concentramento.

Forse ha ragione Trapattoni quando dice che i tedeschi sono degli sbruffoni e che questo sarà il punto debole sul quale fare più pressione questa sera?

Una grande gaffe che un club come il Bayern poteva evitare di fare” è la risposta della comunità ebraica di Roma si esprime così, attraverso le parole del vice presidente Ruben Della Rocca, a proposito del tweet postato dal club tedesco alla vigilia della partita contro la Juventus:

“Una gaffe del genere è inammissibile per una società come quella del Bayern da sempre attenta alla comunicazione. Non voglio pensare alla malafede, sarebbe gravissimo, voglio anzi confermare che si è trattato di una svista. Clamorosa, ma una svista. Quello che mi auguro è che in futuro il Bayern mostri più sensibilità per certi argomenti. Soprattutto perché stiamo parlando di una squadra tedesca”.

Le scuse del Bayern. ”Non volevamo mancare di rispetto a nessuno”: con un tweet postato sui tutti i suoi profili social, il Bayern Monaco poi si scusa. ”Purtroppo – si legge nel post pubblicato su twitter – l’immagine che abbiamo utilizzato è stata erroneamente considerata come una rappresentazione di eventi storici, non è mai stata questa l’intenzione. Se abbiamo urtato i sentimenti dei tifosi della Juventus in particolare e di qualsiasi altro utente, ci scusiamo. La nostra intenzione con l’immagine, era di giocare sull’aspetto sportivo della sfida di Champions , nella quale una delle due squadre dovrà lasciare la competizione”.

Si riparte dal 2-2 dell’andata, con la Juventus (Senza Dybala, Marchisio e Chiellini) chiamata a fare una vera e propria impresa: un altro tweet della società bavarese ricorda infatti la camminata finora trionfale della “Stern Des Südens” tra le mura di casa con le ultime nove partite chiuse con altrettante vittorie. Olympiakos, Arsenal, Dinamo Zagabria, Barcellona, Porto, Shakhtar, Cska Mosca, Roma e Manchester City sono state battute senza pietà, spesso anche con goleade, per uno score totale che mette paura: 36 gol fatti e 4 subiti.

Le probabili formazioni di Bayern-Juventus.

Bayern (4-1-4-1): 1 Neuer, 21 Lahm, 5 Benatia, 27 Alaba, 18 Bernat, 23 Vidal, 11 Douglas Costa, 6 Thiago Alcantara, 25 Mueller, 7 Ribery, 9 Lewandowski. (26 Ulreich, 32 Kimmich, 13 Rafinha, 10 Robben, 14 Xabi Alonso, 19 Gotze, 29 Coman). All.: Guardiola.

Juventus (4-3-3): 1 Buffon, 26 Lichtsteiner, 15 Barzagli, 19 Bonucci, 33 Evra, 6 Khedira, 11 Hernanes, 10 Pogba, 16 Cuadrado, 17 Manduzkic, 9 Morata. (25 Neto, 24 Rugani, 12 Alex Sandro, 22 Asamoah, 27 Sturaro, 37 Pereyra, 7 Zaza). All.: Allegri.

Arbitro: Eriksson (Svezia). Quote Snai: 1,40; 4,75; 8,00.

Bayern-Juve: "Qui è la fine!". Tweet rimanda ad Auschwitz

Bayern-Juve: “Qui è la fine!”. Tweet rimanda ad Auschwitz