Blitz quotidiano
powered by aruba

Buffon: “In Italia si scansano, in Europa no”. Ma la Juventus smentisce

ROMA – Fanno rumore le parole che Gigi Buffon avrebbe rivolto ai propri compagni al termine della vittoria casalinga di sabato 29 ottobre contro il Napoli. Un discorso, quello riportato dalla Gazzetta dello Sport, che però è stato smentito dalla Juventus con un comunicato.

“Ragazzi, così non si va da nessuna parte – avrebbe detto Buffon -. In Italia vinciamo perché gli altri si scansano, ma in Europa non succede e non succederà. In Italia le uniche due squadre che non si sono scansate ci hanno battuto (riferimento alle sconfitte con Inter e Milan, ndr). Serve più personalità, più grinta, più voglia di aiutarsi, altrimenti ci complicheremo la vita in campionato e soffriremo in Champions”.

La Juventus, con una nota ufficiale, ha smentito il tutto:

“Dopo verifiche interne si comunica che quanto scrive oggi la Gazzetta dello Sport nell’articolo dal titolo” E Buffon alza di nuovo la voce…” è falso e ha l’unico obiettivo di alimentare un pregiudizio denigratorio nei confronti della Juventus, dei suoi tesserati e dei suoi tifosi”.

Un discorso quello di Buffon che di per sé non significherebbe nulla, se non fosse che si va a innestare in un lungo percorso complottistico sul presunto “scarso impegno” degli avversari della Juventus: l’ultima a finire nelle polemiche è stata la Sampdoria, perché ha affrontato l’ultima partita con i bianconeri (poi persa per 4 a 1) senza Muriel, Quagliarella, Linetty, Torreira e Fernandes, oltre al portiere Viviano infortunato.

Ma sono state le parole di Giampaolo, tecnico della Samp, a Sky, ha gettare benzina sul fuoco:

“Contro la Juve ho dovuto fare turnover per non sfinire i miei giocatori, sapevo che avremmo subito la loro fisicità, tecnica ed esperienza e quindi avevo pensato di salvaguardare qualcuno dei miei per presentarlo oggi nelle migliori condizioni”.

E il popolo anti-juventino ne ha approfittato per fare ironia: su Twitter infatti comincia ad apparire l’hashtag #scansopoli.